• Dom. Nov 29th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Università, il bluff di Economia, il sudore di Medicina: ecco chi studia di più

DiPaul Polidori

Giu 2, 2016

Facoltà che vai, studio che trovi. Per esempio, gli universitari di Economia studiano in media circa 14 ore settimanali in meno rispetto a quelli che scelgono Medicina. E tra fuorisede e non si rivelano delle sorprese. Skuola.net racconta chi passa più tempo chino sui libri secondo i dati dell’ultima indagine di Eurostudent sulle “Condizioni di vita e di studio degli studenti universitari”.

TRA ECONOMIA ED EDUCAZIONE FISICA: CHI STUDIA MENO – Al primo posto del podio di questa categoria troviamo gli universitari del gruppo disciplinare Educazione Fisica: tra lezioni all’università e studio individuale spendono circa 38 ore a settimana del loro tempo, circa 6 in meno rispetto alla media. Al secondo posto degli studenti che sembra facciano la “bella vita” troviamo invece quelli del gruppo disciplinare Economico – Statistico: loro allo studio dedicano circa 38 ore e mezza, leggermente di meno di quelli del gruppo Insegnamento che passano sui libri 38,7 ore a settimana.

DA MEDICINA A INGEGNERIA: IL PODIO DI CHI STUDIA DI PIÙ – Tra il primo posto di chi studia di meno e quello di chi studia di più ci sono circa 16 ore di differenza. Chi ha scelto Medicina sembra infatti condannato alla medaglia d’oro dell’impegno: qui studenti passano mediamente oltre 52 ore a settimana tra lezioni, pratica e studio individuale. Dopo di loro i ragazzi del gruppo disciplinare Architettura con ben 50 di studio settimanale e quelli del gruppo Ingegneria con 47 ore di impegno universitario distribuite dal lunedì alla domenica.

LA LOTTA TRA FUORISEDE E NON – E se c’è chi pensa che i veri “fannulloni” siano gli studenti fuorisede, si sbaglia di grosso. Sono loro invece a passare più tempo divisi tra lezioni in facoltà e studio individuale con oltre 3 ore di stacco dagli universitari in sede. I primi passano a studiare oltre 46 ore a settimana, i secondi non arrivano nemmeno a 43.

DA SOLO O CON MAMMA E PAPÀ – Secondo il rapporto Eurostudent, a impegnarsi di più all’università sono i ragazzi che vivono da soli: in particolare coloro che abitano in alloggi universitari o nelle case dello studente, con un impegno tra lezione e studio di più di 48 ore settimanali. Si distinguono per diligenza anche coloro che stanno in collegio (poco meno di 48 ore), in appartamento da soli (47 ore ogni settimana) o in compagnia con altri studenti (poco più di 46 ore settimanal). Questo nonostante chi vive da solo debba anche preoccuparsi delle faccende di casa come fare la spesa, lavatrici e pulizie domestiche. Tutte cose a cui invece non deve badare chi vive con la sua famiglia di origine. Eppure è proprio chi resta con mamma e papà a studiare un po’ di meno, poco più di 43 ore a settimana tra lezioni e libri.

 

C_2_articolo_3009279_upiImagepp

http://www.tgcom24.mediaset.it/skuola/universita-il-bluff-di-economia-il-sudore-di-medicina-ecco-chi-studia-di-piu_3009279-201602a.shtml

 

(Visited 10 times, 1 visits today)