• Ven. Nov 27th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Uomo sale su tetto Scala ed espone striscioni No referendum, bloccato da vigili del fuoco e carabinieri

DiPaul Polidori

Ott 9, 2016

E’ stato bloccato attorno alle 15 l’uomo di 50 anni di origini bulgare che da questa mattina è salito sul tetto del teatro alla Scala di Milano esponendo alcuni striscioni. Dopo 7 ore di trattative, i negoziatori dei carabinieri, con l’aiuto dei vigili del fuoco, hanno afferrato il 50enne interrompendo così la sua protesta.

Dopo 7 ore di trattativa i carabinieri hanno approfittato di un momento di distrazione del bulgaro e lo ha afferrato riportandolo all’interno del terrazzo del teatro. In qual momento gli altri carabinieri disposti in cordone di sicurezza e i vigili del fuoco appostati sulla scala all’esterno, sono intervenuti per bloccare definitivamente il contestatore che in un primo momento ha opposto resistenza. I vigili del fuoco hanno imbragato l’uomo e lo hanno messo in sicurezza per poi farlo scendere dal tetto della Scala dove era salito stamani intorno alle 8.

L’uomo aveva esposto tre striscioni legati al prossimo voto per il referendum. “Berlusconi presidente aveva visto giusto”, Referendum categorico no”, “Giustizia italiana uguale abuso di potere”, sono i messaggi contenenti sugli striscioni.

 

Il momento in cui Martin Advinski viene bloccato da vigili del fuoco e carabinieri sul tetto del Teatro La Scala dopo sette ore di trattative. Il 50enne di origini bulgare era salito sull'edificio questa mattina espondendo striscioni riguardanti anche il prossimo referendum costituzionale.  Milano, 8 Ottobre 2016. ANSA/FLAVIO LO SCALZO

http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2016/10/08/uomo-sale-su-tetto-scala-ed-espone-striscioni-no-referendum_e09f5bd5-f8b2-4619-b530-18e6267c7652.html

 

(Visited 16 times, 1 visits today)