Papa Francesco istituisce il ministero dei media vaticani. Si chiamerà Segreteria per la comunicazione e il suo primo prefetto sarà monsignor Dario Edoardo Viganò, 53 anni, attualmente direttore del Centro televisivo vaticano. È il battesimo della riforma dei media della Santa Sede voluta daBergoglio. Partendo dalle analisi e dai report della McKinsey e delle precedenti commissioni incaricate di studiare i mezzi di comunicazione vaticani, quella sull’organizzazione della struttura economico-amministrativa e la Vatican media commission presieduta da lord Chris Patten, ex presidente dellaBBC, il Papa ha approvato un progetto di riforma realizzabile in quattro anni che prevede la salvaguardia del personale e una graduale integrazione di nove istituzioni.

Quelle coinvolte sono il Pontificio Consiglio per le comunicazioni sociali, la Sala Stampa della Santa Sede, la Radio vaticana, ilCentro televisivo vaticano, l’Osservatore romano, il Servizio fotografico, la Libreria editrice vaticana, la Tipografia vaticana e il Servizio internet vaticano. Oltre a Viganò, il Papa ha nominato nel nuovo dicastero come segretario monsignor Lucio Adrian Ruiz, capo ufficio del Servizio internet vaticano; come direttore generalePaolo Nusiner, che è anche direttore generale di Avvenire; e come vicedirettore Giacomo Ghisani, capo ufficio relazioni internazionali e affari legali della Radio vaticana e membro del Consiglio di amministrazione del Centro televisivo vaticano.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/27/vaticano-papa-francesco-istituisce-il-ministero-della-comunicazione/1820883/