• Mer. Nov 25th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Vendute, stuprate, schiavizzate: l’orrore delle donne yazide nelle mani dell’Isis

DiPasquale Stavola

Mag 10, 2015
In DIRETTA...Emanuela Petroni presenta ANIME di CARTA in TV

20150429_c4_yazide

PER APPROFONDIRE: Isis, Yazide: schiavizzate

È stata, e per alcune lo è tuttora, una discesa nell’orrore quotidiano per centinaia di donne, ragazze e anche bambine della minoranza Yazidi catturate l’anno scorso dai terroristi islamici dell’Isis nella loro offensiva nel Nord Iraq.
Si chiamano Dalia, Leyla, Selma o Rudeyna, hanno fra 10 e 24 anni, e le loro terribili storie non sono ambientate nel Medio Evo, ma nel cuore del XXI Secolo. Le ha raccolte il quotidiano turco Hurriyet nei campi profughi del Kurdistan iracheno dove sono riuscite a fuggire. Dalia aveva 18 anni quando è stata
catturata il 3 agosto 2014 con altre decine di donne e ragazze nel villaggio di Herdan nel Sinjar.

Ha riferito piangendo, gli occhi fissi nel vuoto, di essere stata ripetutamente violentata, umiliata, torturata, venduta, regalata, per nove mesi. È stata “ceduta” sette volte da un miliziano all’altro. Subito dopo l’occupazione dei villaggi yazidi, donne e ragazze sono state separate dagli uomini, uccisi o portati via e assassinati altrove.

Tutte sono state costrette a «convertirsi all’Islam o morire». Ma la conversione forzata non ha migliorato la loro sorte. Sono state concentrate in scuole trasformate in “mercati delle schiave” dove i miliziani venivano a comprarle.

http://www.ilmattino.it/PRIMOPIANO/ESTERI/vendute-stuprate-schiavizzate-orrore-donne-yazide-mani-isis/notizie/1326612.shtml

(Visited 10 times, 1 visits today)