• Gio. Dic 3rd, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Parole in disuso – capitolo 1

DiPietro Sciandra

Mar 12, 2016

al-capone-biella24

 

PAROLE IN DISUSO

A cura di El Tigre

Capitolo 1

La moneta è unità di misura dell’economia, mentre la lingua è unità di misura del discorso. Se voi avete 10 euro+10 dollari canadesi+10 yen+10 sterline australiane=? E già, la somma non è 40! Perché tutti i valori sono incompatibili. Ma allora perché i giornalisti dicono una parola in tedesco “blitz”, una in inglese “premier”, e così via fino a nausearci? Un omaggio ad Umberto Eco, nel suo romanzo, poi film “Il Nome della Rosa”; quando Adso da Melk chiese a Guglielmo da Baskerville, parlando di Salvatore, lo storpio:

Maestro! Che lingua parla quello?”

Guglielmo da Baskerville:

Tutti e nessuno!”

Con questa osservazione bisogna riflettere; perché tutti i termini stranieri creano interferenza alla lingua e quindi disturbo.

Innanzitutto, bisogna precisare che molte lingue hanno dei termini connotativi; ovvero in base alla frase denotata il termine connotato funge un significato differente. Quindi una parola ha più di un significato (polisemia). Io ho selezionato degli esempi; purtroppo troppo frequenti in italiano.

-Premier=(premie: inglese/primi: americano) i due punti si chiamano croni che rappresentano il prolungamento della vocale. Premier significa “Primo” ma anche “Primo ministro”.

-Staff=(sta:f) bastone, sostegno. Nei militari=stato maggiore. Personale di servizio. In musica è il rigo musicale.

-Bar=(ba:) termine che viene dal “proibizionismo” degli Stati Uniti D’America; il famoso Al Capone (nella foto) che nel 1927 a Chicago\Illinois trafficava alcol di contrabbando; difatti “speakeasy” era il bar clandestino in cui si adottavano stratagemmi e parole d’ordine per evitare intrusi e poliziotti. Difatti “bar”=eccetto, tranne, a parte, “bar none”=senza eccezioni. Bar=sbarra, spranga, tavoletta, lingotto, in ginnastica “horizontal bar”=barra orizzontale, striscia. In araldica=sbarra, banda. Ma anche diga chiusa, impedimento, ostacolo, barriera, sbarramento. In diritto=sbarra, figurato il tribunale; in musica sbarretta, battuta. In informatica “barra”. Bar code=nel commercio è il codice a barre ( UPC=universal product code ). Quindi sprangare, sbarrare, ostruire, ostacolare, rigare, escludere, proibire. In conclusione quando si va al bar si va al “proibire” perché l’alcol da proibito diventò legale.

-Racket=(rekit) fracasso, schiamazzo, tumulto. Ma anche “baldoria”, “racchetta” ed anche “attività illegale” parola che poi si potrebbe sostituire con “mercimonio”.

Molto importante è il sistema IPA=international phonetic alphabet, ovvero il sistema fonetico internazionale che fu pubblicato per la prima volta nel 1888. Il sistema IPA è l’alfabeto che si vede in tutti i dizionari di qualunque lingua, messo tra parentesi; il quale serve per la pronuncia della parola, il lemma che è la parola analizzata.

-Party=(pa:ti) parte, fazione, partito politico, brigata, comitiva, trattenimento, festa. Nei militari=squadra, plotone. In diritto commerciale “parte in causa”. Familiare “individuo, tipo”.

-Spread=(spred) crescita, espansione, diffusione, estensione, apertura, coperta, tappeto, pasta morbida, burrosa, pasto abbondante. Il verbo “to spread”=spargere, stendere, spiegare, propagare, diffondere, dilagare.

In conclusione; bisognerebbe sempre evitare l’uso di parole straniere; si usano le parole francesi in francese, le parole tedesche in tedesco e le parole inglesi in inglese.

(Visited 15 times, 1 visits today)