Arriva CioccoLotto, il cioccolatino della Fortuna.

  
Due creativi italiani la cui identità è ancora ricoperta da anonimato per ovvie ragioni, hanno riscoperto una formula di cioccolato che risale al XVIII secolo e che il grande amatore, nonché inventore del Gioco de Lotto, Giacomo Casanova, faceva gustare ai suoi amici – alle sue amiche – quando dava loro i numeri vincenti alla lotteria di Venezia. Il beneaugurante cioccolatino verrà immesso sul mercato italiano a primavera del 2020 per una delle migliori case produttrici di cioccolato d’Italia. La novità di CioccoLotto è che al posto del tradizionale bigliettino con frasi d’amore a tutti ben noto, al suo interno vi saranno alcuni numeri da giocare al Lotto e al Superenalotto. Alcune confezioni regalo dei cioccolatini CioccoLotto vedranno allegato un prezioso manuale di numerologia direttamente ricavato dalle scienze esoteriche di Casanova e del Conte di Cagliostro suo amico che potrà essere consultato sia per i numeri vincenti sia per trarne auspici legati all’amore. Inoltre la campagna promozionali legata a CioccoLotto vedrà l’ausilio di alcune performance di spettacolo di un ensemble professionista di musica barocca con costumi del Settecento, che oltre al concerto offrirà in degustazione al pubblico convenuto alcuni esempi della produzione cioccolatiera e dello stesso CioccoLotto. 
«Forse non tutti sanno che l’affascinante seduttore Giacomo Casanova era un grande amante non solo delle belle donne, ma anche della cioccolata e fu grande amico del misterioso Conte di Cagliostro, con il quale condivideva lo stesso gusto per il delizioso alimento.Così Casanova scrive lella sua autobiografia: “Coltivare i piaceri dei sensi è stata per tutta la mia vita la mia principale occupazione, e non ne ho mai avuta altra più importante. Sentendomi nato per l’altro sesso, l’ho sempre amato e mi sono fatto amare per quanto possibile. Ho molto amato anche la buona tavola e insieme tutte le cose che eccitano la curiosità”.A Venezia, ma anche nelle più grandi corti d’Europa, nel XVIII secolo la passione per la cioccolata era diffusa in tutte le classi sociali e chi poteva non rinunciava certo al piacere di gustarne al mattino una bollente tazza che riconciliava con la vita e garantiva l’energia per la giornata.Chi non aveva nessuno che potesse prepararla in casa si recava nelle botteghe del caffé, spesso ricordate da Goldoni che nelle sue commedie parla spesso della cioccolata essendone anche lui grande estimatore, infatti lo scrittore veneziano ogni mattina era solito recarsi al Caffé dell’Abbondanza per bere la profumata bevanda nella quale amava intingere dolcetti e pan di Spagna.Invece Casanova viaggiava sempre portando con sé una ricca provvista di barrette di cioccolato pronte all’uso in quanto nelle sue avventure galanti avevano un posto privilegiato gli omaggi a base di cioccolata che faceva recapitare alle dame che voleva sedurre, certo del potere afrodisiaco del cacao, assicurava che neppure il migliore tra gli champagne stava alla pari con le sensazioni inebrianti della cioccolata, supremo elisir d’amore che aveva il magico potere di disinibire le sue amanti e regalava loro momenti paradisiaci. 
CioccoLotto avrà il rivestimento di carta metallica ricavato dalla stampa di un famoso dipinto del pittore romano Hypnos che si è ispirato alle tematiche della fortuna al gioco e nell’amore dal titolo “Lucky Number Eight”. E una grafica nel suo packaging rifacentesi allo stile barocco del Settecento, con Casanova e Cagliostro.  
CioccoLotto è un marchio depositato e registrato, appartenente a Gilberto Di Benedetto.

(Visited 19 times, 1 visits today)