• Gio. Giu 20th, 2024

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

IL CORAGGIO DI RICONOSCERE E AFFRONTARE LE RELAZIONI TOSSICHE IN “COME DUE SQUALI”, IL VIAGGIO DI BATTISTA NEGLI ABISSI DEL CUORE

DiPaul Polidori

Giu 4, 2024

CIADD NEWS 24... in diretta RADIO e TV

Dopo aver chiuso il 2023 facendoci ballare sul dancefloor dei ricordi di una “Stronza Emozione”, Battista si appresta a conquistare l’estate 2024 con un nuovo singolo che promette di scuotere menti e cuori del pubblico, “Come Due Squali” (Cosmophonix Artist Development/Altafonte Italia).

Ascolta su Spotify.

Scritto dallo stesso cantautore sardo a quattro mani con Hanashi e composto da Renato Patriarca e Niccolò Terranova, il brano è un tuffo nelle profondità oscure delle relazioni tossiche, mantenendo lo stile incisivo e coinvolgente che ha reso Battista uno degli artisti più promettenti della scena musicale italiana contemporanea.

“Come Due Squali”, narra il lato più cupo e torbido dell’amore, che viene descritto come una dipendenza distruttiva. Il titolo stesso è una metafora che racchiude l’accezione del testo: alla fine, uno dei due partner viene mangiato, divorato dall’altro, dalle gelosie, dalle incomprensioni o da se stesso, lasciando dietro sé un oceano di disillusioni, un terreno di gioco senza vincitori, con dolorose lezioni da imparare. Battista non tradisce il suo stile unico, intrecciando la sofferenza con un sound carico, dritto verso una dimensione ancora più dance, un vero e proprio sfogo personale sui cuori infranti.

Il brano inizia con un’immagine di disillusione e rassegnazione: «Ho il cuore a pezzi, bevo un altro drink, che poi di te mica importa più, noi siamo in pista pronti a farci male, mi dico basta, tanto è sempre uguale». Queste parole evocano il ciclo ripetitivo di una relazione deleteria, in cui il dolore è una costante e la speranza di cambiamento sembra un’irraggiungibile chimera.

Il ritornello, «Non ho più voglia di ascoltare canzoni d’amore con te. Io non riesco più a respirare, che faccio? Mi chiudo in un bar. Ai ai, mi fa male. Ai ai, datti da fare, che tardi, che tardi, che tardi e devo andare», esprime la sensazione di soffocamento e il desiderio di fuga da un abbraccio che il tempo e le delusioni hanno trasformato in una morsa. Una rappresentazione struggente della claustrofobia emotiva che si prova quando si è intrappolati in un rapporto malsano, in una storia che imprigiona anziché liberare le potenzialità di entrambi i partners. E nel ripetersi di «Ai ai, mi fa male», l’artista traduce in musica un grido di dolore e una richiesta di cambiamento necessaria per riprendere in mano le redini della propria vita.

In uno dei passaggi più intensi della traccia, Battista canta «come due squali persi e attratti in riva al mare, se non ci abbiamo siamo soli, anime vuote», un’immagine che dipinge la dualità dell’attrazione e della distruzione, sottolineando come, nonostante la vicinanza fisica, l’assenza di una connessione interiore autentica lasci nel cuore ferite profonde. Ferite che nel verso «Come due cicatrici, rimani su di me» simboleggiano le lesioni animiche, le conseguenze che permangono anche dopo la fine della storia.

«”Come Due Squali” – dichiara l’artista – è una riflessione su quanto l’amore possa diventare una trappola se ci troviamo in un rapporto che ci fa del male, in un rapporto nocivo. Volevo trasmettere il dolore e la confusione che si provano, ma anche il coraggio necessario per uscirne. Questo pezzo è un grido di aiuto e una dichiarazione di forza, per ricordarci che meritiamo tutti un amore sano e rispettoso.»

Le parole di Battista sottolineano la duplice natura di “Come Due Squali”: una canzone che da un lato mette a nudo la sofferenza causata da un amore tossico, e dall’altro celebra la resilienza e la capacità di trovare la forza per rompere il ciclo autodistruttivo.

Un invito a riconoscere e affrontare le dinamiche lesive e sabotanti all’interno dei rapporti di coppia che trasmette un messaggio di consapevolezza e coraggio: bisogna avere la forza di lasciare andare ciò che ci danneggia, anche quando è doloroso.

Con “Come Due Squali”, Battista ci offre un nuovo capitolo della sua evoluzione artistica, continuando a raccontare e a raccontarsi con sincerità. Questo singolo è una mano tesa per guardarci dentro, per riconoscere le nostre ferite e trovare il coraggio di guarirle. Attraverso la sua musica, Battista ci invita a riflettere sulle nostre esperienze, a comprendere il valore dell’autenticità e a trovare il coraggio di abbandonare ciò che ci ferisce, in un viaggio tra le note che parla al cuore di ognuno di noi.

Biografia.
Battista, pseudonimo di Giovanni Battista Sanna, nasce a Tempio Pausania (SS) il 25 Settembre del 1997. Il canto è da sempre la sua più grande passione, tanto che, raggiunta la maggiore età, si trasferisce a Bologna per intraprendere il percorso formativo in una delle più prestigiose Scuole di Musica italiane, la Music Academy 2000, sotto l’attenta guida della Vocal Coach Stefania Martin ed il batterista e producer Paolo Valli, figlio del celebre compositore, arrangiatore e produttore Celso Valli. Con determinazione e dedizione, Battista intraprende il suo percorso artistico e comincia a collezionare importanti traguardi: nel 2019 giunge tra i primi 50 candidati nazionali al Festival di Castrocaro, pubblica il suo singolo d’esordio, “Solo Un Filtro” e vince il Talent Show “Like a Star” ed il CSA (Centro Sviluppo Artisti). Grazie a quest’ultima vittoria, l’artista, insieme ad altri due colleghi, ha la possibilità di esibirsi, il 25 Febbraio del 2020, in uno dei locali più rinomati della Gran Bretagna, il londinese The Bedford Theatre, storica venue che ha ospitato artisti del calibro di Ed Sheeran, U2, i Coldplay, The Clash e Paolo Nutini. A Marzo 2021 approda su tutte le piattaforme digitali “Lasciamoci Andare”, sua seconda release. Il brano, prodotto da Ric de Large e Dessa One, in collaborazione con il chitarrista Pietro Spisni, è accompagnato da un suggestivo videoclip ufficiale, diretto da Francesca Gallina. A distanza di 12 mesi, Battista torna sulle scene con “Dove cominci tu”, un encomio alle relazioni sofferte, agli amori a senso unico, per riconoscere, discernere e apprezzare il valore della condivisione, della reciprocità senza la quale il sentimento non può affondare le radici della stabilità e della costanza. Nel 2022, Battista completa il suo percorso di studi e inizia a lavorare come insegnante di canto moderno presso la scuola di musica bolognese “Jam Session”. Successivamente, entra a far parte del roster della casa di produzione multiplatino mantovana Cosmophonix per l’Artist Development, con cui pubblica, a Dicembre 2023, “Stronza Emozione”, un piccolo capolavoro autorale sui contrasti dell’amore. La sua musica è Pop nell’accezione più eclettica del termine e racchiude il peso di un passato alleggerito dal presente. Battista continua a coltivare la sua passione e il suo talento, lasciando un segno distintivo nel panorama musicale italiano con la sua voce unica e la sua abilità di catturare le sfumature emotive dell’amore e delle relazioni umane.

https://www.facebook.com/battista.sanna?utm_source=brevo&utm_campaign=Battista%20per%20Red%20Gen&utm_medium=email

https://www.instagram.com/battistasanna/?utm_source=brevo&utm_campaign=Battista%20per%20Red%20Gen&utm_medium=email

(Visited 7 times, 1 visits today)
Invia un messaggio
1
Dir. artistica Emanuela Petroni
Salve, posso esserti utile ?