LA PAURA DI SENTIRE – poesia di Agnese Nucci – Sesta classificata

La paura di sentire

Nelle veglie
delle notti estive,
un pianto avanza
lento ,lento,
lo lasciamo dissolvere
tra le lenzuola sudate.

Il pianto alza la voce,
diviene urlo ,
pietoso richiamo.

Un vento leggero
dal cuore grande,
cerca di svegliare
il nostro sonno.

Porgiamo l’orecchio ,
il cuore sobbalza impaurito,
le mani tremanti
portiamo alle orecchie….

preghiamo affinché
quel pianto possa
affogare nella calura.

Accogliamo la nuova alba
che rinfresca l’animo
in tumulto .
Lo sguardo oltrepassa
la siepe di rose rampicanti ,
si poggia tra l’ erba
bagnata di sangue e rugiada.

Un giovane corpo
di donna giace sul prato
perfettamente curato,
i suoi fiori esalano
i profumi migliori
mentre piangendo
le rendono
l’ultimo saluto.

Conoscevamo da tempo
quel volto senza più vita,
il suo pianto disperato
continuerà a vivere
turbando le nostre coscienze

Cediamo alla piena di lacrime….. ormai ,inutili, lacrime.

Agnese Nucci – Sesta classificata

(Visited 5 times, 1 visits today)