QUESTIONARIO DEI MOSTRI NUMERO 1

QUESTIONARIO DEI MOSTRI NUMERO 1

A cura di El Tigre

15 domande a cui rispondere. Tutti pronti? Si parte!

1.Nel film “L’esperimento del dottor K”, diretto nel 1958 da Kurt Neumann, c’è uno scienziato (Vincent Price) che sperimenta su se stesso un apparecchio di teletrasporto che smaterializza e rimaterializza gli esseri viventi, e finisce col trovarsi “mescolato” con cosa che era rimasta inavvertitamente nella cabina?

A.Una zanzara

B.Un ragno

C.Una mosca

D.Una lucertola

2.Martin Mystère creato nel 1982 da Alfredo Castelli e realizzato graficamente da Giancarlo Alessandrini e da numerosi altri disegnatori, Martin Mystère noto anche come il detective dell’impossibile, è un eroe dei fumetti perennemente alle prese con gli incredibili enigmi del nostro passato e del nostro presente. Nelle sue avventure, fin troppo piene di citazioni e di riferimenti culturali, si è infatti occupato un po’ di tutto: dal mostro di Loch Ness allo yeti, fino agli gnomi e con che cosa non delle seguenti?

A.Come trovare Shangri-La

B.Mostri venuti dallo spazio

C.Babbo Natale

D.Licantropi

3.Mostro comparso all’inizio degli anni ’70 in alcune storie di Batman, l’eroe dei fumetti creato nel 1939 da Bill Finger e Bob Kane. Uno zoologo presso il museo di scienze naturali di Gotham City e grande ammiratore di Batman, il dottor Kirk Langstrom sperimenta su se stesso un siero estratto da particolari ghiandole animali che questo siero lo trasformerà in cosa?

A.Man-Bat (pipistrello-uomo)

B.Blizzard (lucertola)

C.Wolf Man (uomo lupo)

D.Mouse Man (uomo topo)

4.Mandrake creato nel 1934 da Lee Falk e dal disegnatore Phil Davis, entrambi statunitensi, Mandrake ha vissuto avventure che rispecchiano i grandi film dell’orrore degli anni ’30 prima di trasformarsi in un mago da palcoscenico, rinunciando ai suoi incredibili poteri e quindi a buona parte del suo iniziale fascino. Basti pensare che esordisce richiamando addirittura un sacerdote egiziano da un sonno millenario e poco dopo lo vediamo alle prese con Klage, un gorilla a cui è stato innestato un cervello umano e poi con chi?

A.Uno zombi riportato in vita

B.Un licantropo che si esibisce in un circo per nascondere la sua vera identità

C.Una mummia riportata in vita

D.Un genio della lampada

5.La manticora ampiamente descritta dallo storico greco Ctesia e citato da Aristotele, è un mostro che sarebbe vissuto anticamente in India: aveva testa d’uomo, corpo di leone e la coda di cosa?

A.Di serpente

B.Di coccodrillo

C.Di elefante

D.Di scorpione

6.Mazinga creato dal giapponese Go Nagai nel 1972 e protagonista di una lunga serie di disegni animati televisivi, Mazinga è un robot gigantesco che ha difeso la Terra da invasori spaziali e mostri vari. Esseri meccanici di grandi dimensioni esistevano già nel cinema d’animazione e nel fumetto giapponese, ma questo autore fu il primo a introdurre cosa?

A.Nella testa del robot un ragazzo normale in grado di scatenare e dominare le incredibili possibilità del gigante meccanico

B.Mazinga è il gigante meccanico che è il primo in grado di volare

C.Nel gigante robot non esiste alcun dispositivo di autodistruzione

D.Il gigante robot può smontarsi e rimontarsi

7.In Italia esiste il Parco Dei Mostri a Bomarzo (Viterbo). Il sacro bosco è comunemente definito Parco Dei Mostri per la presenza di sculture fantastiche e grottesche, disseminate in un terreno boscoso. Il complesso fu ideato dal principe Pier Francesco (detto Vicino) Orsini nel 1552. Il paesaggio surreale, quasi anfiteatro naturale, presenta una minacciosa popolazione di massi, generata da un sommovimento tellurico; le rocce, sapientemente scolpite sul posto, si sono animate, prendendo forma di terribili creature, disseminate lungo percorsi scoscesi, tra alberi e vegetazione selvaggia. Il bosco pur inserendosi a pieno titolo nella composita ed erudita cultura architettonica naturalista della seconda metà del 1500; che si differenzia dai raffinati giardini all’italiana rinascimentale.

Si presenta come un’avventurosa sequenza di apparizioni, ora spaventevoli, ora amene, che il visitatore scopre l’una dopo l’altra nel verde della selva. Con stupore, senza un ordine logico e senza un percorso prestabilito. Il bosco, autentico labirinto di simboli, avvolge chiunque ci si addentri fisicamente e intellettualmente, offrendo soluzioni del tutto irregolari. I diversi elementi sono tra loro svincolati da qualsiasi rapporto prospettico e non accomunati da alcuna coerenza di proporzioni.

L’ideatore del singolare giardino è riuscito a spezzare ogni compostezza classica per costruire, con i suoi elementi giganteschi, un rapporto sconcertante con la natura. L’incubo e la spensieratezza del bosco magico sono delle forti componenti che si ritrovano nella letteratura cavalleresca in voga in quel periodo; un continuo riscontro di brani poetici e di invenzioni iconografiche, immerge nel parco in una zona di incontri tra arte e letteratura.

Nei poemi cavallereschi la parola sacro sta per magico e stregato come il tema centrale del sacro bosco, dove la selva stregata sottopone il cavaliere ad una serie di terribili sfide che costituiscono i diversi aspetti delle difficoltà che l’eroe deve superare. Il principe Vicino Orsini, colto signore di Bomarzo, volle fortemente realizzare il suo giardino, che divenne uno dei più importanti del 1500, ma anche quello che più di tutti rimase avvolto nel mistero. I criteri della realizzazione sfuggono, ancora oggi, anche ai più appassionati studiosi. Le complesse opere di manutenzione e di restauro, propongono ai visitatori del sacro bosco un percorso di visita e scoperta del luogo, il più possibile vicino all’idea originaria dell’ideatore che, volutamente, per provare le capacità culturali dei fruitori, evita accuratamente ogni spiegazione palese, introducendo solo delle didascalie enigmistiche la cui soluzione deve scaturire dalla preparazione del singolo visitatore.

La bocca dell’orco (in foto) del Parco Dei Mostri è il simbolo del parco stesso; ovvero questa grotta che dentro ha una specie di altare su cui sedersi o sdraiarsi; da fuori c’è una faccia di un orco a bocca aperta che ha una scritta sulla bocca; cosa?

A.Ogni pensiero vola

B.Entrando qui dimenticherete chi siete

C.Venendo qui la mente si annulla

D.Dimenticate i vostri pensieri

8.Il mostro di Frankenstein era stato creato da Victor Frankenstein con pezzi di cadaveri. In quale città studiava medicina Victor Frankenstein quando lui pensò di riportare in vita umani morti?

A.Vienna

B.Ginevra

C.Lipsia

D.Parigi

9.Il miga è noto presso alcune tribù dell’Africa centrale, il miga è una specie di animale gigante che afferra le sue vittime, alle quali succhia il sangue e il cervello. Che specie di animale è il miga?

A.Scimmia gigante

B.Medusa gigante

C.Granchio gigante

D.Polpo gigante

10.Il minotauro è un mostro dal corpo umano e con testa di toro nato dagli amori illeciti della regina di Creta, Pasifae, con un toro mandato da Poseidone a Minosse, mitico re dell’isola. Imprigionato nel labirinto di Cnosso, costruito da Dedalo, gli venivano dati in pasto giovani mandati come tributo agli ateniesi. Il minotauro venne ucciso da Teseo. Questa leggenda ci è stata tramandata da Apollodoro, che si dilunga anche sul marchingegno, costruito anch’esso da Dedalo, che permise alla regina di realizzare la sua irrefrenabile passione. Quali due grandi poeti descrissero il minotauro “uomo mezzo toro e toro mezzo uomo”, mentre per l’altro poeta aveva testa d’uomo e corpo di toro?

A.Omero e Nerone

B.Virgilio e Francesco Petrarca

C.Ovidio e Dante Alighieri

D.Alessandro Manzoni e Umberto Saba

11.Sammael è secondo l’ebraismo l’incarnazione di Satana nel serpente che tentò Eva nel Paradiso terrestre. Di solito viene raffigurato come un serpente dotato di cosa?

A.Dotato di tre occhi

B.Dotato di lingua molto lunga

C.Dotato di ali

D.Dotato di mani e zampe con una testa di forma umana

12.Nel film “La mummia”; la mummia ha paura di qualcosa; di che cosa?

A.I gatti

B.I cani

C.I topi

D.Il fuoco

13.Nel film “La mummia il ritorno”; che anno è per la mummia che viene risvegliata?

A.L’anno del faraone

B.L’anno dello scorpione

C.L’anno della sfinge

D.L’anno del leone

14.Jack lo squartatore è uno sconosciuto assassino entrato nella leggenda del crimine, Jack lo squartatore anche se sarebbe più esatto chiamarlo Jack lo sventratore, dato che non squartava le sue vittime. La sua leggenda che ha ispirato romanzi e film, telefilm e fumetti deriva probabilmente dal fatto che egli non fu mai catturato e che i misteriosi delitti attribuitigli non più di sette, forse soltanto quattro, le vittime erano tutte prostitute, dilaniate con un coltello nel quartiere di Whitechapel cessarono bruscamente così come bruscamente erano incominciati. Jack imperversò a Londra durante l’epoca vittoriana durante pochi mesi di quali anni?

A.1888 e 1889

B.1864 e 1865

C.1895 e 1896

D.1872 e 1873

15.Il nuye è un misterioso animale che sarebbe apparso nel 1153 sul tetto del palazzo imperiale giapponese. Il nuye aveva testa di scimmia, corpo di tasso, coda di serpente con una testa all’estremità. Il nuye venne ucciso da un arciere. Ma di che animale aveva le zampe il nuye?

A.Zampe di zebra

B.Zampe di giraffa

C.Zampe di elefante

D.Zampe di tigre

Elenco risposte esatte

1.C

2.A

3.A

4.B

5.D

6.A

7.A

8.B

9.D

10.C

11.D

12.A

13.B

14.A

15.D

Giudizio finale

Risposte esatte giudizio

Da 0 ad 8 scarso

Da 9 a 12 buono

Da 13 a 15 esperto

(Visited 36 times, 1 visits today)