• Dom. Lug 25th, 2021

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

TEKKEN: la spada proibita – Capitolo 1

DiPietro Sciandra

Feb 17, 2017

TEKKEN: la spada proibita

Storia di El Tigre

Capitolo 1

Giappone, anno 1669. Lo shogun (capo del feudo giapponese) Ira Kitazawa voleva sempre più potere sul suo feudo che purtroppo non gli bastava mai; perché la sua cupidigia di potere lo stava facendo credere addirittura un dio. Ira Kitazawa voleva essere un dio a tutti gli effetti con dei poteri soprannaturali. Il feudo di Ira Kitazawa si espandeva con continue guerre senza risparmiare nemmeno donne e bambini. Ira Kitazawa era un vero padrone della guerra. Non bastandogli tutto questo potere; Ira Kitazawa si confidò con il suo uomo di maggior fiducia; ovvero Aki Takahashi. Aki Takahashi rivelò un segreto al suo potentissimo signore Ira Kitazawa; ovvero che il Giappone aveva una fama creduta superstizione; ovvero l’uso della magia. In nessun libro di storia risulta che i giapponesi praticassero arti magiche; queste storie furono raccontate come leggende per osannare i conquistatori giapponesi, poi queste storie si raccontavano come favole per i bambini ed in seguito tutte queste favole furono ritenute stupide ed antiquate superstizioni. In realtà…tutto ciò era vero.

Ira Kitazawa d’accordo con il suo uomo di maggior fiducia Aki Takahashi; volendo conquistare e distruggere il più grande popolo nemico del Giappone; ovvero la Cina. Volendo conquistare la Cina; ma essendo da sempre i cinesi più dei giapponesi; lo shogun Ira Kitazawa volle farsi consigliare da Aki Takahashi e recarsi insieme nella foresta sacra in cui viveva lo stregone Ken Shimokawa ed il suo apprendista Azu Tukio. Di tutte le favole giapponesi che venivano raccontate; questa storia era quella raccontata di meno e forse perché non sapendo che questa storia reale ritenuta non solo molto spaventosa ma che soprattutto fosse vera ad insaputa di chi la raccontasse. Arrivati nella foresta sacra; altrimenti detta “foresta vivente”; perché si credeva che un sortilegio dello stregone desse modo agli alberi di avere di notte un volto ed addirittura di parlare. Molte persone evitavano di passare nella “foresta vivente” per paura di sentire le voci senza vedere di chi fossero e da dove venissero. Il popolo giapponese di allora fece finta di non credere che lo stregone Ken Shimokawa c’entrasse veramente nel tramutare gli alberi in esseri parlanti di notte. Azu Tukio diceva a tutti che fosse impossibile una cosa del genere e che Ken Shimokawa che veniva trattato da stregone in realtà Ken Shimokawa era una persona normale che si preoccupasse per gli altri soprattutto per aiutare a curare malattie e ferite molto gravi in seguito alle guerre. In realtà; ovviamente Ken Shimokawa aveva una bramosia di potere infinito; roba che Merlino della leggenda di Artù era solo una favola per i bambini; invece Ken Shimokawa era uno stregone realmente esistente. Azu Tukio ricevette Ira Kitazawa ed Aki Takahashi con grandissimi onori. Dopo i dovuti cerimoniali; Ira Kitazawa ed Aki Takahashi svelarono il vero motivo della loro visita. Azu Tukio fu messo al corrente delle intenzioni dello shogun Kitazawa; ovvero di assumere un potere divino per conquistare e distruggere la Cina. Al rientro dello stregone Ken Shimokawa; messo al corrente di ciò che servisse allo shogun; ovviamente dietro lauta ricompensa; lo stregone Ken Shimokawa accettò di trasformare la spada dello shogun in una spada proibita. La spada dello shogun fu trasformata da un sortilegio dello stregone Ken Shimokawa in una spada proibita perché la spada poteva dare un potere assoluto a chi la possedeva, ma un potere proibito perché il potere della spada proibita poteva creare anche molti danni e distruzione. La spada era proibita per il troppo potere che poteva avere anche a danno del mondo. Lo stregone Ken Shimokawa era un vero pazzo dai poteri oscuri e di onnipotenza e purtroppo lo shogun Ira Kitazawa di desideri di onnipotenza ne aveva pure troppi. Questa fu la più grande alleanza più dannosa del genere umano. Ira Kitazawa, Aki Takahashi, Azu Tukio e Ken Shimokawa furono poi ritenuti i 4 cataclismi del Giappone; ecco perché in Giappone il numero 4 è considerato il numero sfortunato. Per il troppo potere di distruggere i cinesi si poteva rischiare di distruggere anche i giapponesi. Lo stregone Ken Shimokawa decise per sicurezza di dividere la spada proibita in 6 pezzi. La spada proibita divisa in 6 pezzi per magia dallo stregone Ken Shimokawa; i 6 pezzi furono nascosti nel castello dello shogun Ira Kitazawa. Una spia cinese osservava tutto questo seguendo di nascosto fin dall’ingresso nella “foresta vivente” di Ira Kitazawa e Aki Takahashi. Nessun giapponese avrebbe notato un cinese seguire due giapponesi. I cinesi non si sono mai fidati dei giapponesi; i giapponesi erano spiati dai cinesi; considerate le continue guerre tra Cina e Giappone. Lo stregone Ken Shimokawa aveva riportato su un libro l’ubicazione esatta dei 6 pezzi della spada proibita. Lo shogun Ira Kitazawa aveva delle copie delle pagine del libro dello stregone Ken Shimokawa che rivelassero i 6 punti del castello in cui erano stati nascosti i 6 pezzi della spada proibita.

La spia cinese che aveva scoperto tutto; la spia rubò le copie delle pagine del libro dello stregone Ken Shimokawa in possesso dello shogun Ira Kitazawa nel castello di Ira Kitazawa. Ora cinesi e giapponesi avevano le stesse informazioni. I cinesi hanno le copie del libro dello stregone che erano dello shogun. I giapponesi hanno il libro dello stregone. Molto saggio aver avuto le copie delle pagine del libro dello stregone; rubate allo shogun dalla spia cinese.

I cinesi sanno delle terribili intenzioni bellicose e di distruzione totale con un potere oscuro sia ai cinesi che ai giapponesi; già perché per motivi di estrema segretezza; temendo di essere seguiti da qualche spia od altri malintenzionati nei riguardi dello shogun o dello stregone; la spada proibita; per il suo proibito ed oscuro potere; la spada non fu mai utilizzata. Né lo stregone e né lo shogun potevano sapere i vari effetti della spada proibita; perché lo stregone aveva dato alla spada proibita i poteri magici; ma lo shogun non aveva potuto ancora sperimentarla.

Dopo alcuni giorni; il castello di Ira Kitazawa fu attaccato dai cinesi per uccidere tutti i presenti del castello ed impossessarsi dei 6 pezzi della spada proibita. La battaglia tra i cinesi ed i giapponesi fu da vera fine del mondo per quell’epoca. I cinesi stavano vincendo contro i giapponesi; tenendo conto che il libro dello stregone che svelava l’ubicazione dei 6 pezzi della spada proibita fosse in un luogo segreto nella foresta sacra o “foresta vivente”; Ira Kitazawa e Aki Takahashi furono catturati, imprigionati e torturati per farsi dire cosa loro due nascondessero di preciso; sapendo delle intenzioni dello shogun di conquistare la Cina con un potere magico; quindi sleale e soprannaturale. Lo shogun non negava di sapere il potere della spada proibita; perché veramente egli non lo sapeva. Purtroppo questo non fece differenza per i cinesi che non crederono allo shogun; difatti lo shogun Ira Kitazawa e Aki Takahashi furono torturati per 4 giorni di seguito fino a morte sopraggiunta. La Cina aveva vinto. Alla Cina bastava aver fermato la tirannia di Ira Kitazawa. Ai cinesi non importava più di sapere cosa e dove fosse la spada proibita. Uccisi dai cinesi Ira Kitazawa e Aki Takahashi; Azu Tukio e Ken Shimokawa decisero di fuggire dal Giappone ed andare il più lontano possibile perché la foresta sacra non era inviolabile e non più segreta per i cinesi; quindi il posto di sicura morte per l’attacco dei cinesi. I cinesi che erano molto furbi seguirono Ken Shimokawa e Azu Tukio ed entrambi furono trucidati dai cinesi in netto soprannumero. Uccisi i 4 cataclismi; il libro dello stregone Ken Shimokawa rimase nella foresta sacra nascosto chissà dove. Le pagine che erano le copie del libro dello stregone che erano state rubate dalla spia cinese ad Ira Kitazawa nel suo castello furono reputate fandonie ed abbandonate chissà dove.

Dopo più di 3 secoli; le copie delle pagine del libro dello stregone che erano state rubate allo shogun si trovano ancora in Cina. Il libro dello stregone è ancora in Giappone.

In Cina; in un tempio, le copie delle pagine del libro dello stregone che erano state rubate allo shogun sono state ritrovate dal maestro di kung fu Wang. Il maestro Wang si fece tradurre le pagine dal giapponese al cinese. Il maestro Wang aveva scoperto ciò che era ritenuto leggenda; ma che in realtà ciò fosse vero. Il maestro Wang ora sapeva dell’esistenza della spada perduta e che si potessero cominciare le ricerche per trovarla. Ovviamente il maestro Wang aveva bisogno di aiuto; quindi di una squadra, perché i nemici non sarebbero certo mancati in una ricerca di un tesoro così importante ed ad insaputa dei ricercatori così estremamente pericolosa.

Invece, in Giappone; nella foresta sacra e non più “foresta vivente”; essendo morto lo stregone Ken Shimokawa che ne facesse i sortilegi sugli alberi; la foresta sacra è abitata da un ninja cibernetico di nome Yoshimitsu. Yoshimitsu si allena nelle sue arti di combattimento ninja ed egli è il guardiano della foresta sacra da sempre. Accidentalmente; Yoshimitsu trovò una casa nella foresta sacra; entrando nella casa; Yoshimitsu scoprì che la casa era dello stregone Ken Shimokawa e del suo apprendista Azu Tukio. Difatti; rovistando tra le chincaglie dello stregone; Yoshimitsu trovò il libro dello stregone che rivelava l’esistenza della spada proibita e soprattutto i 6 punti del castello dello shogun Kitazawa in cui i 6 pezzi della spada proibita erano stati celati per motivi di sicurezza per non far avere a chi non si volesse la spada proibita. Yoshimitsu capì che questa ricerca non poteva essere affrontata da solo e che servisse molto aiuto a Yoshimitsu. Wang per la Cina ha le copie delle pagine del libro che furono rubate dalla spia cinese allo shogun. Yoshimitsu per il Giappone ha il libro dello stregone. Entrambi hanno le stesse informazioni come Cina e Giappone 3oo e più anni prima; dopo 3 secoli sta per cominciare una ricerca cominciata e mai proseguita per la ricerca della spada proibita di cui nessuno di quell’epoca ne aveva ancora sperimentato gli effetti ed i suoi proibiti poteri. Wang ha bisogno di aiuto e Yoshimitsu ha bisogno di alleati; dove possono trovare aiuto loro due e che siano alleati molto bravi a combattere?

La risposta…il mitico torneo Tekken… 

 

WANG

YOSHIMITSU

(Visited 57 times, 1 visits today)