• Lun. Set 20th, 2021

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

14 Luglio-Aax Donnel ( Traks )-vincitore di due dischi d’oro ( Francia e Germania) su Urban Latin Roma intervistato da Joeblanko

 

intervista radiofonica     https://www.spreaker.com/user/ciaddnewsradio/urban-latin-roma-8-puntata

 

1935037_101033233246690_2901645_n
https://it.wikipedia.org/wiki/Traks
970254_668507949832546_2003964205_n

Il progetto nasce dalle menti del marchigiano Aax Donnell (vero nome Aurelio Donninelli) e dei fratelli romani Paul e Peter Micioni, tutti e tre impegnati come disc-jockey negli anni ’70 e ’80. Aax e Paul si incontrano nel 1974 durante una serata del primo ad Alba Adriatica, dove Paul si trovava in vacanza. Nel frattempo i fratelli Micioni realizzano le loro prime esperienze discografiche collaborando con Claudio Simonetti e Giancarlo Meo al progetto Easy Going, con brani di successo come “Baby I Love You”, “Fear” e “Casanova”. Rincontrano Aax nel 1980-1981 per mettere in tavola un progetto: una nuova versione di un brano che andava forte nei loro dj-set, “Long Train Running” dei Doobie Brothers, che decidono di riregistrare con un sound più adatto al pubblico delle discoteche e un’intro più lunga rispetto all’originale, per agevolare il mixaggio con altri brani nonché l’inserimento di presentazioni e interazioni con il pubblico da parte dei deejay stessi, essendo all’epoca la figura del disc-jockey quella di un intrattenitore a tuttotondo. Mettendo insieme le 600mila lire necessarie allo scopo, si recano in uno studio di Roma e realizzano la cover, con Aax in veste di voce solista, più il batterista Marian Savati, il bassista Pino Santamaria, l’allora batterista dei Goblin Walter Martino che si prestò alle percussioni, più alcuni amici dei Micioni assunti come coristi. La parte di chitarra fu frutto di due battute del riff principale mandate a loop per tutta la durata del pezzo, tagliando il nastro e aggiuntandolo “ad anello” in modo da suonare le stesse due battute all’infinito. Di questo prodotto vennero pubblicate una trentina di copie, alcune delle quali furono mandate al MIDEM di Cannes, la borsa mercato mondiale delle etichette discografiche. Fu qui che una di queste copie arrivò nelle mani di un discografico francese, che testò il brano su alcuni deejay in radio e discoteche e, accortosi di quanto funzionasse, si offrì di far uscire ufficialmente il disco. Viene creato così il nome TRAKS, che contrariamente a quanto si possa pensare, non viene dall’inglese “tracks” (binari), ma nasce come suono onomatopeico con l’intento di simboleggiare qualcosa che rompe e irrompe prepotentemente. La formazione che appare ufficialmente nelle foto promozionali è composta da Aax Donnell alla voce, i fratelli Micioni (Peter al basso e Paul alla chitarra) e Marian Savati alla batteria. Il singolo di “Long Train Running” esce nel 1982 con varie etichette come Carrere Records (Francia), PolyGram (Germania), Best Record (Italia), RCA (Giappone), Blanco Y Negro (Spagna) e così via. Sul retro del singolo, un groove continuo di percussioni intitolato “Drums Power” che ben presto si rivela una base ritmica molto usata e campionata da dj e artisti dance, ad esempio i 4M International che la usano come base per la loro “Space Operator”. È subito boom: il pezzo conquista la vetta delle classifiche in tutto il mondo, diventa disco d’oro in Francia e in Germania e arriva al 24mo posto della Hot 100 di Billboard. Viene così prodotto il primo LP della band, che trae il suo titolo dalla loro neo-hit. Iniziano le prime apparizioni televisive, sia in Italia (Discoring, Popcorn, Premiatissima ecc.) che in Germania (Musikladen), in Francia e altri paesi. Anche un videoclip viene realizzato per il singolo trainante, filmato alla discoteca Much More di Roma. Visto il successo del primo disco, nel 1983 i Traks bissano con un’altra cover, “Get Ready”, che fu un successo prima per i Temptations e poi per i Rare Earth, e che viene sottoposta a un trattamento funky analogo a quello del singolo precedente. Esce anche stavolta un album omonimo, il tutto su un’etichetta fondata dai fratelli Micioni, la Cat Records. Iniziano però ben presto i dissapori all’interno della band, di carattere soprattutto gestionale, e nel 1985 i Traks finiscono di esistere, subito dopo aver sparato l’ultima cartuccia con il singolo “You Can Feel It”, brano dal sound molto più synth-oriented e ispirato al genere della italo-disco allora in voga, che tuttavia non ottiene lo stesso successo dei suoi due predecessori. Finita l’avventura Traks, Aax Donnell incide un singolo con Eric Malone, “Golden Cage”, sempre nel 1985, per poi passare in tempi più recenti a occuparsi di organizzazione di spettacoli lavorando nella holding Spettacolart di Roma. I fratelli Micioni con il successo dei dischi dei Traks e con gli introiti ricavatine iniziarono a lavorare come produttori per nomi quali Gazebo, Gary Low, Mike Francis.

(Visited 68 times, 1 visits today)