IO E IL GOLF – Capitolo 43

Capitolo 43

Il giorno sabato 2 dicembre 2000, al Parco De’ Medici Golf Club a Roma, io giocai con la formula staebleford il torneo Argenterie (in foto) Boschi By Diga.

Buca 1 par 4 di 390 metri, doppio bogey per me. Buca 2 par 3 di 191 metri, doppio bogey per me. Buca 3 par 5 di 485 metri, X per me. Buca 4 par 3 di 150 metri, doppio bogey per me. Buca 5 par 4 di 273 metri, doppio bogey per me. Buca 6 par 4 di 313 metri, triplo bogey per me. Buca 7 par 3 di 172 metri, fantastico, par per me. Buca 8 par 5 di 486 metri, triplo bogey per me. Buca 9 par 4 di 368 metri, bogey per me. Buca 10 par 4 di 383 metri, X per me. Buca 11 par 4 di 377 metri, bogey per me. Buca 12 par 3 di 170 metri, doppio bogey per me. Buca 13 par 4 di 334 metri, bogey per me. Buca 14 par 5 di 485 metri, X per me. Buca 15 par 3 di 146 metri, X per me. Buca 16 par 4 di 322 metri, X per me. Buca 17 par 4 di 358 metri, doppio bogey per me. Buca 18 par 5 di 505 metri, X per me.

In classifica di terza categoria handicap da 21 a 28, con il mio punteggio netto, ovvero il punteggio con la sottrazione dei colpi di vantaggio, con i miei 21 punti, io finii questo torneo al 15° posto su 36 giocatori.

Invece in classifica di punteggio lordo, ovvero i punti senza la sottrazione dei colpi di vantaggio, classifica del punteggio lordo che include tutti i partecipanti del torneo di tutte e 3 le categorie senza sottrarre i colpi di vantaggio, quindi il punteggio realmente conseguito. Nella classifica del punteggio lordo, io chiusi questo torneo con 5 punti, finendo al 29° posto su 50 giocatori.

(Visited 17 times, 1 visits today)