La Magia nell’Antico Egitto

heka_sta

La magia nell’antico Egitto era chiamata heka. Per gli Egizi il heka era un dono degli dei, un evento utilizzato anche dagli dei. Questa magia è stata la prima emanazione del dio demiurgo AtomRa. Rappresentata  generalmente come un uomo a piedi, indossando in copricato (Nemes) e ha un intrecciato la barba. Dal primo millennio aC, il suo nome è seguito dal segno geroglifico dio” e la testa appare la parte posteriore di un leone con un valore fonetico di forza e di” potere “. Il dio Heka è parte dell’equipaggio della nave di Ra , che naviga nel mondo sotterraneo nel suo navigare quotidiano nella notte in malattie, il ricorso alla medicina come ultima risorsa in alcuni documenti, dopo una diagnosi grave, non c’è rimedio è il paziente esclamò:..

“Io sono quello che tu, (nome della divinità) vuoi che rimanga vivo!

“La magia è stata esercitata da medici sacerdoti ufficiali di alto rango. Uno di questi era Jaemuset, grande maestosità di Path e figlio di Ramesse II. la dea protettrice dei medici è stata la dea leonessa Sekmeth. Nel periodo di inondazioni proliferato una grande quantità di insetti e batteri. Questo ha fatto scattare molte malattie nel delta del Nilo. Questi focolai sono stati attribuiti a che Sekhmet, venti diventare maligna, attaccando i deboli. Chi potrebbe generare il male, potrebbero anche distruggerla, in modo che i sacerdoti e dottori di Sekhmet erano cerimonie in lode della dea, chiedendogli di intercedere per la salute delle persone e per i singoli pazienti.

sekhmet2-laIl potere di heka con offerte di cibo che erano presenti sulle pareti delle tombe, è stata assimilando, diventando il ka del defunto. La magia anche risiedeva a parole, per iscritto e nelle statue. In Testi delle Piramidi si trova la presenza di magia. Scoperte archeologiche hanno scoperto figurine isiprazione magia. In Nubia vengono immagini di rappresentanti argilla nemici scoperti con le mani legate. Questi manufatti di argilla spesso avevano il nome della tribù di appatenenza con il corpo ricoperto di minacciosa scritta e offensivo. Agire contro le minacce astratte, non era basato sulla visione del male che aveva minacciato. Il mago immaginato pericolo sotto forma di nemico incapace di agire, e incrociò le mani dietro la schiena. È stato quindi modellato la figura e ha raggiunto una forma umana, sono stati recitati incantesimi di odio e di disprezzo. È stato poi sepolto senza distruggerlo per evitare che i frammenti che erano ancora pericoloso potrebbe ancora male. Il modo più forte per distruggere ogni forma di male, era il fuoco. In questo senso, soprattutto in epoca grecoromana, le figurine sono stati modellati in cera d’api, e dopo i riti, sono stati sciolti in fiamme. Gli amuleti erano manufatti attribuiti poteri magici. Si può dire che tutta la civiltà faraonica, il gioiello può essere considerato come amuleti per proteggersi dal male.

 

5D

Gli amuleti sono stati fissati in anelli, bracciali o collane e caratterizza lo status sociale dei proprietari. Le pietre preziose non erano per tutti. A chi non se potevano permettersi era con ceramica invetriata, imitazione delle pietre originali. L’amuleto è stato attivato. Sono state pronunciate formule misteriose da sacerdoti che stavano caricando il talesmani energia creata. Grande importanza per l’amuleto era il colore. Evocato Quelli verde la rinascita, di associarsi con esiderio che amano la natura, anche i morti sono nati a nuova vita. Questo colore è stato ampiamente utilizzato nelle statuette funerarie (Ushabti), con l’intenzione di potenzire la possibilità di rinascita. Altro amuleto era nododi Iside o tyet. Collegato alla spina dorsale di Osiride djet e suangue mestruale Isis. È stato modellato con il rosso corniola o faience dello stesso colore. Il rosso rappresenta il cuore, ib. Altri amuleti di colore giallo sono stati associati con il sole.

http://harmakis.net/archives/3425

(Visited 75 times, 1 visits today)