Palermo ospita una tela di Solveig Cogliani magistrato e pittrice: interviene il critico d’arte Paolo Battaglia La Terra Borgese a Palazzo Mazzarino

PALERMO OSPITA UNA TELA DI SOLVEIG COGLIANI MAGISTRATO EPITTRICE: INTERVIENE IL CRITICO D’ARTE PAOLO BATTAGLIA LA TERRA BORGESE APALAZZO MAZZARINO

Pittrice, nata a Roma nel 1967 da genitori siciliani, Solveig Cogliani – nome scelto dalla madre in omaggio alla celebre composizione di Edvard Hagerup Grieg- è magistrato e pittrice, e i suoi quadri hanno girato il mondo intero. «Ma nella sala ‘Angelo Iervolino’ di Palazzo Mazzarino a Palermo – spiega il critico d’arte Paolo Battaglia La Terra Borgese – sono messi come punti centrali, come architravi che reggono la costruzione, tre elementi che non si discutono: il dipinto in pigmenti naturali e acrilici, che Cagliani ha chiamato ‘Le cicogne sono immortali‘, il fil di ferro spinato poggiato sulla tela, ad esprimere la stoltezza e la precarietà di ogni confine nazionale e, a latere, un lungo componimento letterario e scenico incentrato sull’argomento e di grande impatto teatrale, per esprimere, con la chiarezza necessaria,una malattia cronica di infelicità sociale. Un grappolo di valori sono chiamati in causa: la libertà, la giustizia, la responsabilità, l’impegno, la lealtà, la coerenza e la solidarietà, e soprattutto l’amore verso gli altri, per chiedere di utilizzare quella porzione di realtà come fonte di potenziale evocativo e di infinita suggestione poetica. In connessione con la piaga sociale della migrazione, quelle cicogne del titolo, in quanto immortali, sembrano soccorrere uno squilibrio stridente: da una parte il ricco occidente, dall’altra un territorio simbolo dei nuovi diasporati: il Sinai; e in altro verso questi uccelli, simbolo di nascita, si fanno auspicio di un mondo libero dai confini delle nazioni. L’opera respira le atmosfere precise dei luoghi e i colori scelti con decisione chirurgica sono inequivocabilmente mediatori culturali per quel viatico su tela dove sono date da leggere milioni di persone in movimento senza che nessun individuo sia figurato. Un miracolo della pittura! dove il territorio tutto viene considerato proprietà dell’unico popolo che l’artista conosce, quello umano. Respirato in prima persona da Solveig Cogliani, lo scorcio dipinto è l’interpretazione pittorica di uno scatto fotografico eseguito da lei stessa sul posto, il Sinai, appunto. Si tratta di un messaggio, per concludere, col quale l’artista sa indicare con fermezza la via maestra che da sola può condurre alla convivenza pacifica tra i popoli del mondo. È un messaggio di solidarietà profonda, di fratellanza universale». Fino al 16 gennaio, martedì – sabato 10.00 13.00 /15.00 – 19.00 in Via Maqueda al 383. In collaborazione con l’Università Pegaso, l’associazione Antonio e Lidia Bellomo e la Centosessantuno Artecontemporanea.

(Visited 165 times, 1 visits today)

Chiara Fiume

Paolo Battaglia La Terra Borgese (Piazza Armerina, 28 luglio 1960) è un critico d'arte, saggista e politico italiano. È il più giovane di due figli del funzionario della Regione Siciliana Giuseppe Battaglia La Terra Borgese (1937-2003) e di Giuseppa Ligotti (1942). Il suo nome all’anagrafe è Paolo Waldimiro Gromiko Palmiro. A conclusione di un percorso di studi magistrale, nel 1984 si è laureato in Scenografia con il massimo dei voti e la lode. Coniugato due volte, ha due figli, di cui uno avuto da una terza donna. In una intervista condotta da Andrea Giostra per Fattitaliani.it, Battaglia La Terra Borgese ha dichiarato che il critico d’arte, come il mediatore culturale, è un delegato bilingue che media tra condividenti monolingue ad una chiacchierata di due collettività filologiche differenti. Sino al 1999 ha affiancato aziende di nicchia per l’arte e l’editoria artistica per bibliofili. Dal 2000 in poi i suoi lavori sono concentrati nella redazione di testi per terze parti. A queste cede anche i diritti di legge. Nel 2011 ha fondato il Premio Arte Pentafoglio, onorificenza atta ad insignire annualmente artisti, letterati e comuni cittadini che hanno orientato il loro pensiero e la loro azione verso il bene umanitario. Tra le figure più autorevoli insignite dell’onorificenza spicca quella di Philippe Daverio. Nel 2012, sigla una convenzione (protocollo 50905/2012) con l’Università degli Studi di Palermo, divenendo Tutor nei tirocini per laureati e laureandi. Nel 2013 l’Accademia di Sicilia lo nomina, insieme alle massime Autorità siciliane, tra i membri del Comitato d’Onore permanente del Premio Nazionale Liolà, importante riconoscimento del quale sono stati insigniti illustri personaggi come l’attrice Debora Caprioglio e Damiano Damiani, regista de La Piovra, miniserie RAI. Nel 2013 è eletto Consigliere Provinciale Acli Terra, l’associazione professionale delle ACLI la cui iniziativa favorisce l’integrazione e interscambio fra culture e tradizioni sui territori, nella fedeltà a valori e radici comuni. Si dimette dopo un anno. Nel 2014 conia il termine “partecipativa”, intendendo riqualificare e reinterpretare il ruolo dell’Artista nelle mostre collettive. Per il 2014 / 2015 è nominato Prefetto del Rotary Club Palermo Sud. Dal 2015 al 2018 ha prestato consulenza artistica al Comune di Castronovo di Sicilia, dove ha curato la nascita del Museo Civico di Arte Contemporanea di Palazzo Giandalia. Ha operato a fianco dell’Ambasciata di Polonia in Italia, dell’Ambasciata della Repubblica d’Armenia, dell’Ambasciata d’Austria, di Organismi Internazionali tra i quali UNESCO, Scuole Pubbliche, Ordine dei Giornalisti, Ordine dei Medici, Ha curato annulli filatelici con Poste Italiane, ha insignito docenti dell’Università di Berna. Nel 2016 è insignito quale Cavaliere onorario del Supremo Ordine dell’Antico e Rigenerato Rito Templare – Supremo Gran Consiglio del 9° Grado Cathedrale, quale uomo di cultura. Nel 2017 ha fondato a Milano il partito Italia Attiva con altre persone. Il partito di area assolutamente liberale si propone anzitutto treno del libero pensiero per i comparti produttivi del Paese con particolare attenzione al mondo delle professioni, per lo sviluppo sano della società italiana e comunitaria dell’Europa. Sue ultime opere sono: “Esseri”, Bonanno Editore, 2015. ISBN 9788896950913; “In viaggio con Dante”, Bonanno Editore, 2015. ISBN 97888961807253. Repertorio: https://www.comune.palermo.it/noticext.php?id=7421 | http://www.palermotoday.it/cronaca/philippe-daverio-riconoscimento-premio-arte-pentafoglio.html | http://livesicilia.it/2014/07/03/rotary-club-palermo-sud-ecco-il-nuovo-direttivo_512143/ | http://www.comune.castronovodisicilia.pa.it/albo-pretorio/images/Determina-del-Sindaco-n.-21.pdf | https://www.comune.palermo.it/js/server/uploads/_01122016111137.pdf | https://www.comune.palermo.it/noticext.php?id=3007#.VSvScdysV8E | http://www.lopinionista.it/mostra-pittorica-palermo-zamenhof-lesperanto-la-lingua-per-tutti-11212.html | http://www.mercurpress.it/2018/05/morgantina-giornalisti-al-museo.html | https://www.ordinemedicipa.it/notizia.php?tid=2829 | http://palermo.repubblica.it/cronaca/2015/09/20/news/memorial_d_acquisto_strade_chiuse_in_centro-123275082/ | https://video.repubblica.it/edizione/palermo/a-palermo-l-orgoglio-massone/270918/271386