Poesia – MATER MEA di Maddalena Panikelli

Mater mea

Allora non pena
Non l’amore le han fermato
Lame taglienti
Dritte al cuor tuo 
Sono arrivate.
Uragano impazzito,
Cattiveria infantile,
Han strappato,
Scaraventato nell’ infinito 
Il tuo amore materno.
Ora il cuor adolescente,
Esiliato tra i ricordi vaga.
Vagabondo speranzoso
Cerca
Tracce di te.
Come il tuo profumo?
Come il tuo dolce sguardo?
Come le carezze sul volto infantile?
Il tuo calore materno vo affannosamente ricercando.
il cuor si ribella,
Esiliato tra i ricordi
Vaga.
In qualche raggio di luce
Nell’oscurità,
Si rallegra
Di ritovar qualche piccola traccia di te
Che nell’ anima 
Mai fú cancellata.

Maddalena Panikelli 

PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA REDAZIONE TRAMITE E-MAIL CIADDSRL@GMAIL.COM

E’ possibile votare fino alle ore 11:30 del giorno Giovedì 16 Aprile 2020

(Visited 241 times, 1 visits today)