Resoconto della presentazione del romanzo: “Si chiama Vittoria” di Assunta Gneo

Resoconto della presentazione del romanzo: “Si chiama Vittoria” di Assunta Gneo.

Al Polmone Pulsante sempre serate all’insegna dell’arte e della cultura a 360°.

Lo scorso sabato sera 9 novembre al salotto culturale Polmone Pulsante di Andrea Ungheri, salita del grillo 21, si è svolta una importante serata per la narrativa al femminile con la presentazione del romanzo della scrittrice e giornalista Assunta Gneo “Si chiama Vittoria” NeP Edizioni. Il Polmone Pulsante è odiernamente gestito da Andrea Ungheri che è il figlio del maestro Saverio Ungheri cofondatore dell’Astralismo, fondatore dell’arte Bionka di altri movimenti che hanno caratterizzato l’arte italiana tra gli anni ’50 e ’80 del 900. Assunta Gneo è scrittrice, giornalista e Ambasciatrice culturale senza territorio  dell’Associazione DILA di Ischia gestita dal suo presidente Bruno Mancini e in questo periodo sta promuovendo con grande successo di pubblico il suo secondo romanzo “Si chiama Vittoria”: all’interno del romanzo viene descritta una Capri dal mare azzurro tutta coste e faraglioni che fa sfondo all’intreccio dello scritto dove la protagonista Lucrezia vede incrociare le vicende della sua esistenza con quelle del movimento femminista degli anni ‘70, di cui diventerà un’attivista, anche perché motivata dal fatto che a soli 16 anni era diventata di fatto una ragazza madre. Si tratta di un libro motivazionale e molto attuale, con tratti autobiografici, che come ha espressamente dichiarato l’autrice durante la presentazione “La nostra società moderna con tutte le sue problematiche ha sempre piu’ bisogno di romanzi di questo tipo che aiutino tutti noi a trovare una marcia in piu’ e la forza di uscire da situazioni difficili non abbattendoci mai e spingendoci sempre a credere nella forza dei nostri sogni”. Viene narrata quindi la storia della vita di una donna forte che cerca sempre piu’ la sua strada anche per vie diverse da quello che si era programmata. E proprio in questo particolare, ossia nella voglia di andare anche fuori dagli schemi che magari noi abbiamo tracciato per noi stessi che il romanzo è autobiografico. Assunta Gneo si racconta durante l’evento come una donna che al momento giusto ha saputo osare anche nella scelta del suo lavoro, e da ostetrica ora ha intrapreso la strada della scrittura e del giornalismo. Le letture degli stralci del romanzo sono state affidate alla maestria dell’attrice Chiara Pavoni. Un evento quindi ben riuscito dove per le tematiche trattate il pubblico si è sentito molto coinvolto e si è reso partecipe intervenendo attivamente. Partener dell’evento sono stati RADIO E TV CIADD NEWS, con la rubrica ideata della giornalista e scrittrice Liliana Manetti in collaborazione con l’attrice Chiara Pavoni dal titolo “Quarta dimensione shock: l’eterno presente dell’arte e della cultura”. Al termine dell’evento le inviate di Radio CIADD NEWS hanno ripreso ed intervistato l’autrice del romanzo e gli ospiti per la maggiore artisti di vario genere pittori, scultori, registi, scrittori e cantautori ect. Un’ottima serata all’insegna della scrittura, della cultura e dell’arte a tutto tondo che ha sfidato anche il caos del centro per via una manifestazione e la pioggia.    

Liliana Manetti

(Visited 9 times, 1 visits today)