• Mer. Mag 12th, 2021

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

SAULOCOIN: la moneta che verrà.

DiPaul Polidori

Dic 1, 2017

Le Banche Mondiali stanno creando un Team finalizzato alla creazione di un nuovo tipo di moneta digitale , si tratta di

un progetto denominato “Utility Settlement Coin”, con le finalità di aumentare la sicurezza.

Sul fronte finanziario , la Blockchain è sotto la lente di ingrandimento, quindi l’obiettivo è quello di effettuare transazioni

rapidamente attraverso lo scambio di moneta digitale convertibile direttamente in denaro.

Per le Banche le cripto-valute sono attività finanziarie vulnerabili a crisi di sfiducia che possono essere repentine, con

gravi difficoltà a regolamentare il fenomeno in continua e incontrollabile crescita.

Il problema che il volume delle transazioni non è tracciabile, tranne quando vengono convertite in Euro.

Le Banche italiane oltre questo problema delle cripto monete hanno 900 miliardi di euro di crediti non performanti

(sinteticamente definiti NPL) che gravano pesantemente sui bilanci bancari.

Il mercato degli NPL al momento resta inefficiente, caratterizzato da un basso numero di acquirenti e quindi da bassi

volumi di acquisti e di conseguenza bassi prezzi per i venditori. Fallito il tentativo di lievitare i prezzi attraverso la

creazione di acquirenti come il “FONDO ATLANTIC 2” .Le soluzioni si complicano e si allontanano.

Un gruppo si economisti informatici e comunicatori, coordinati dallo Psicologo Dr. Gilberto Di Benedetto e dal

giornalista Sergio Bellucci (Presidente della “Free Hardware Foundation”) sta studiando una nuova moneta che risolva

in un’unica soluzione il problema di una cripto moneta incontrollabile, con il problema dei crediti incagliati e

difficilmente recuperabili.

Il Dr. Gilberto Di Benedetto cofondatore di SAULOCOIN insieme a Sergio Bellucci, in una sua nota ha affermato :

“l’intendimento al quale vogliamo arrivare è quello di convincere le Banche a rimettere i debiti ai debitori delle stesse,

con la messa a punto di un sistema che non sarebbe traumatico per le Banche e rivolto ai debitori ai quali la Banca , sia

del punto di vista dell’indigenza, che patrimoniale chiaramente insolvibile, non avrebbe convenienza a mettere in atto

procedure esecutive .

Le quali considerandone i costi , la Banca non ne trarrebbe alcun beneficio.

La proposta degli ideatori di SAULOCOIN per le banche è: quella di trasformare in cripto moneta (SAULOCOIN) i

debiti inesigibili, consentendo ai debitori di ripulire la loro posizione debitoria accettando in cambio la negoziazione in

SAULOCOIN le loro future transazioni finanziarie.Questo darebbe circolarita’ alla moneta e le banche

trasformerebbero il credito inesigibile in un investimento a lungo termine avendo accumulato saulocoin.

Il trasferimento di quei crediti insoluti vantati dalle varie banche sul territorio a fronte di SAULOCOIN , dovrebbe per

semplicità avvenire come una cessione pro-soluto ,che non comportando il rischio di retrocessione a carico del cedente

appaia la più tranquilla sotto tutti gli aspetti economici e finanziari.

Può quindi considerarsi definitiva quindi deducibile nell’esercizio di pertinenza previa l’esistenza degli elementi certi

(art,101 comma 5 del D.P.R. 917/1986). E’ utile specificare che l’importo fiscalmente rilevante per la cessione del pro-

soluto, deve essere determinato come differenza tra il valore fiscalmente riconosciuto del credito e il corrispettivo di

alienazione dello stesso ( RM 20 luglio 1996 n. 137/E).”

Il Dr. Gilberto Di Benedetto sottolinea (concludendo )che la parola SAULO significa ciò che è atteso, e si augura che questa iniziativa coinvolga tutti i rappresentanti della società civile a cominciare dalle classi più bisognose ,per terminare a quelle piu’ facoltose ,che avrebbero cogliendo l’opportunita’ di una moneta etica quale saulocoin di fare

del bene guadagnando.Abbiamo scelto l’immagine di un bambino per la purezza ed il significato che esprime.

 

(Visited 61 times, 1 visits today)