ARMI E POZIONI – Capitolo 8

Capitolo 8

Finalmente Kuros ha trovato il suo alleato, l’elfo Link. Stretta questa necessaria alleanza tra due eroi; ora Kuros ha un amico su cui contare e per come si stanno mettendo le situazioni avverse per il guerriero Kuros, Link potrebbe non bastargli. Già perché avendo degli alleati Malkil, i suoi alleati potrebbero mettere al suo servizio oltre che le proprie pericolose capacità anche i propri eserciti quindi forze militari di mostri. Link e Kuros a loro volta potrebbero avere bisogno di ulteriore aiuto.

Intanto, stretta questa fantastica alleanza tra Link e Kuros, l’elfo e il guerriero continuano il cammino nella foresta di Elrond. Kuros si trova ad affrontare le aquile giganti. Ma grazie all’aiuto di Link le aquile giganti vengono sconfitte più rapidamente; attaccando in due e non più uno solo. Link e Kuros sconfiggono insieme anche i folletti maligni, le vespe giganti, i lupi mannari, le mosche giganti. Sconfiggendo i serpenti giganti, Kuros trova la chiave rosa e Link trova la chiave rossa. Oltre che combattere insieme, Kuros ha l’aiuto di Link anche per portare gli oggetti trovati insieme. Trovando una cassa rossa, Link trova mettendole poi nel suo sacco 53 gemme. Kuros e Link trovano anche monete grandi e piccole. Link e Kuros trovano anche del cibo. Fortunatamente, anche Link ha la mappa della foresta di Elrond. Trovando una cassa rosa, avendo Kuros la chiave rosa; Kuros apre la cassa rosa con la chiave rosa, trovando nella cassa rosa un arco con le frecce. Arco e frecce che vengono presi da Link. Link oltre alla spada ha ora anche l’arco e le frecce. Kuros ha sempre lo scudo, la spada Spadalucente, la pozione di levitazione, l’ascia e il bastone del potere. I due alleati si stanno potenziando. Link trova la pozione della vita. Questa pozione è sconosciuta a Kuros. Bevendo questa pozione, Kuros guarisce la propria ferita riportata in seguito allo scontro con un folletto maligno. Kuros e Link sono veramente fortissimi insieme, ma i loro nemici potrebbero non essere sempre questi. 

Ad un certo punto, salendo sulle cime degli alberi, Link e Kuros trovano un guerriero con l’armatura rossa. Kuros dice al guerriero con l’armatura rossa al servizio di Malkil:

“Si, io lo so! Tu vuoi 100 gemme per lasciarci passare!”

Il guerriero con l’armatura rossa dice a Kuros:

“No! Stavolta no! 200 gemme per passare! Voi siete in due!”

Che guaio. Kuros dice a Link:

“Io ho 54 gemme e con le tue 53 gemme, noi due abbiamo insieme 107 gemme! Noi non possiamo pagarlo! 100 gemme a persona non 100 gemme a passaggio!”

Link dice a Kuros:

“Se noi lo combattessimo? Tu non sei più solo, noi siamo in due e possiamo batterlo! Forza!”

Kuros ferma Link:

“No! Fermo! Noi troveremo le gemme che ci servono per raggiungere la somma di 200 e poi noi torneremo qui e pagandolo, noi non avremo più problemi!”

Link dice a Kuros:

“Si, come tu vuoi! Ci servono 93 gemme ancora! Noi dobbiamo trovarle! Andiamo!”

Dovendo continuare il giro per la foresta di Elrond, Link e Kuros avendo tutte le tre chiavi dei tre colori, entrambi non solo possono aprire tutte le casse blu, rosa e rosse; ma anche aprire le porte blu, rosa e rosse incastonate nei tronchi cavi. Entrando in una porta blu aprendola con la chiave blu in possesso di Kuros, Kuros e Link entrano nell’albero. I pericoli ci sono anche dentro gli alberi della foresta di Elrond. Ci sono vespe giganti, mosche giganti, serpenti giganti e ragni giganti. Kuros spara le palle di fuoco con il bastone del potere. Link schiocca le frecce con il suo arco. La coppia di eroi è veramente favolosa ad avanzare in questa mortale ricerca per salvare non più solo la principessa Eleanor ma anche la principessa Zelda. Ma poi chi è questo terribile alleato di Malkil ovvero Gannon? Non bisogna dimenticare, cari lettori che oltre ad esserci una donzella ancora sconosciuta da salvare c’è anche un altro alleato di Malkil sconosciuto oltre a Gannon. Eppoi cosa è la triforza?

Intanto Link e Kuros hanno bisogno di trovare altre 93 gemme; perché il guerriero corrotto con l’armatura rossa al servizio di Malkil non vuole più 100 gemme per lasciare passare ma 200 gemme; perché prima a dover passare era solo Kuros ed ora c’è pure Link a voler passare quindi il pedaggio a pagamento è per due, 100 gemme ogni persona che vuole passare in quel passaggio sorvegliato dal guerriero con l’armatura rossa al servizio di Malkil. Continuando il cammino per la foresta di Elrond, dentro gli alberi, sopra le cime degli alberi e sui rami degli alberi oltre a tutte le aree del suolo; Link e Kuros trovano prima una cassa rosa che essa contiene 58 gemme poi messe nel sacco di Link. Poi Kuros e Link trovano una cassa rossa che contiene 55 gemme messe poi nel sacco di Kuros. Facendo i conti ora; Link e Kuros insieme avevano 107 gemme. Le 107 gemme messe insieme tra Kuros e Link sommate alle 58 gemme trovate da Link e sommate alle 55 gemme trovate da Kuros; la nuova somma delle gemme messe insieme da Link e Kuros è ora 220 gemme. Il pedaggio può ora essere pagato da entrambi gli eroi al guerriero con l’armatura rossa passato al servizio di Malkil invece di combatterlo come fa appunto Kuros. 

Raggiunto di nuovo il punto del passaggio a pagamento; Kuros e Link consegnano 200 gemme richieste al guerriero con l’armatura rossa. Il guerriero con l’armatura rossa dice a Link e Kuros:

“Ora voi potete passare!”

Pagate le 200 gemme da Kuros e Link al guerriero con l’armatura rossa; Link e Kuros si trovano in una stanza buia.

Si sente tremare la terra. Il terremoto? No…Aspettate, cari lettori; sta uscendo da sottoterra uno scheletro bianco gigante, ovvero lo scheletro trovatello. Fortunatamente ora Kuros non è più solo ad affrontare mostri come questo ma c’è Link ora. Lo scheletro trovatello è veramente di grandi dimensioni; sempre opera della magia nera di Malkil. Kuros e Link non possono contare né sulle frecce con l’arco di Link né sulle palle di fuoco del bastone del potere di Kuros. Il fuoco sparato non fa nulla allo scheletro trovatello e le frecce schioccate gli passano attraverso. Bisogna contare solo sulle spade di Link e Kuros; ma non bisogna dimenticare che Kuros abbia anche l’ascia a sua disposizione oltre a dover usare la pozione di levitazione per restare il più possibile in aria per affrontare lo scheletro trovatello che egli è troppo grande e alto per l’altezza di Kuros e Link. Bisogna creare uno stratagemma per due combattenti stavolta. Link sale sulle spalle di Kuros. Kuros beve la pozione di levitazione rimanendo in aria sospeso con Link sulle spalle. Lo scheletro trovatello si avvicina a Link e Kuros. Link con un fendente colpisce lo scheletro trovatello sul davanti ma sotto l’osso del collo. La vittoria sembra ottenuta. Così facile? Ma…Lo scheletro trovatello non è come i mucchi di ossa affrontati da Kuros, infatti lo scheletro trovatello, essendo il capo dei mucchi di ossa; oltre che essere molto più grosso dei mucchi di ossa che diventano scheletri completi; ai mucchi di ossa bastava spaccarli con la spada per ridurli in briciole; lo scheletro trovatello non si spacca in due ma…Lo scheletro trovatello che viene colpito da un fendente con la spada invece di spaccarsi in due; lo scheletro trovatello diventa due scheletri di minori dimensioni. Ora Link e Kuros che non erano certamente pronti a questo; invece di avere sconfitto un gigante scheletro, ora Link e Kuros si trovano ad affrontare uno scheletro più piccolo cadauno. Link ha uno scheletro da affrontare e Kuros ha l’altro scheletro da affrontare. Link attacca con la spada il suo scheletro nemico. Kuros attacca con la spada il suo scheletro nemico. Ma incredibile ma vero. Appena lo scheletro nemico di Link viene colpito dalla spada di Link, invece di spaccarsi lo scheletro diventa altri due scheletri. La stessa cosa succede allo scheletro nemico di Kuros che colpito dalla spada di Kuros lo scheletro invece di spaccarsi egli diventa altri due scheletri. Da uno scheletro gigante contro Link e Kuros, si è passati a due scheletri più piccoli contro Link e Kuros, si è poi in seguito passati a quattro scheletri contro Link e Kuros. Ora Link e Kuros sono addirittura passati da un nemico cadauno a due nemici cadauno, quindi da parità numerica, invece di portare l’eliminazione colpendo gli scheletri, Kuros e Link ora sono in inferiorità numerica. Kuros e Link nel loro immenso coraggio cominciano a preoccuparsi. Colpendo i quattro scheletri, gli scheletri potrebbero diventare otto e Link e Kuros verrebbero uccisi. Cosa fare? Ecco perché lo scheletro gigante viene chiamato lo scheletro trovatello; perché lo scheletro abbandonato trova molta compagnia di se stesso ogni volta che lo scheletro trovatello viene colpito. La moltiplicazione potrebbe andare avanti all’infinito e Link e Kuros si troverebbero da soli contro un esercito di scheletri che ogni qual volta essi vengano colpiti da un colpo di spada, invece di distruggersi ogni scheletro diventa altri due. Le spade di Kuros e Link sono impotenti contro non più lo scheletro trovatello ma un esercito di scheletri oramai. Delle palle di fuoco del bastone del potere di Kuros e dell’arco con le frecce di Link già si sapeva delle loro impotenze. L’ascia di Kuros. Kuros ha una idea geniale. Magia contro magia. Magia nera di Malkil di questi scheletri contro la magia bianca di Kuros. Kuros e Link devono fare una cosa che mai entrambi avessero mai sperimentato o pensato; ovvero di lanciare l’ascia insieme con una mano per uno. Già perché l’ascia ritorna sempre nelle mani di chi la lancia. Pronti Kuros e Link afferrano insieme l’ascia. Kuros e Link lanciano insieme l’ascia che è magica. L’ascia colpisce tutti gli scheletri, ma quando gli scheletri vengono spaccati dall’ascia; invece di sdoppiarsi ogni scheletro, l’ascia essendo stata lanciata da due mani ma di due diverse persone, l’ascia colpendo ciascuno scheletro, l’ascia spacca ogni scheletro non con uno spacco ma con due spacchi e quindi ciascuno scheletro non si sdoppia ma viene distrutto totalmente. Increduli a ciò che Link e Kuros vedono e che sono riusciti a fare, Link e Kuros non riescono a muoversi per l’incredibilità di una simile impresa magica contro le forze delle tenebre. E soprattutto oltre all’ideazione e all’intuizione persino il conseguimento del successo. Dopo aver spaccato due volte ogni scheletro; l’ascia che ha spaccato gli scheletri lanciata da Kuros e Link tenendola con una mano ciascuno; l’ascia ritorna nelle loro mani. Compaiono delle anime che vengono sconfitte dalle spade di Link e Kuros. Finalmente Link e Kuros possono respirare e riposarsi. 

Ma il tempo per riposarsi e respirare con calma non è poi così tanto, perché il castello Gugliadiferro è ora molto vicino.

(Visited 10 times, 1 visits today)