IL DIVORATORE DI ANIME – CAPITOLO 82

IL DIVORATORE DI ANIME

Capitolo 82

Emiliano De Luca ritornò a casa ed il giorno dopo si mise a scrivere il suo diario per aiutarsi a riflettere.

Roma, 31 marzo 2003

Caro diario, anche se ora sono molto fiducioso in me stesso, credo in Dio, la mia casa è stata benedetta da padre Francesco ed ho sempre con me un crocifisso; tutto questo mi tranquillizza, ma sento come se io fossi destinato ad affrontare una battaglia fuori da ogni ragione e fuori dalla portata di ogni fiducioso. Nessuno potrebbe mai credere nella mia storia, ma certe volte le cose non si possono dimostrare, è fortunato chi crede senza aver visto, quella non è ingenuità.

L’importante è che la mia casa sia al sicuro da ogni spirito maligno. La forza della mia fede è molto profonda, ma sento il bisogno di qualcuno che mi aiuti ad affrontare questo nemico che è contro ogni razionalità, perché con tutta la buona volontà di padre Francesco, nonostante la sua fama di passato da esorcista, ho bisogno di un giovane compagno forte, astuto, sveglio, intelligente, ribelle, agile e che magari sappia come affrontare questo Divoratore e che magari sappia chi è e da dove viene. Mi sono sicuramente lasciato troppo andare, non può esistere un angelo in grado di fronteggiare il male. Per quanto surreale il mio sogno, voglio avere fede, perché grazie a Dio, e purtroppo per colpa del diavolo, mi sono trovato a credere in qualcosa che non posso né vedere e né toccare; ed ho scoperto che certe volte credere è un vantaggio, un potere, una fortuna, un viaggio, un sogno reale, ma soprattutto dà anche orgoglio. Non avrei mai creduto che da ateo, materialista, scettico, ed aver sempre solo creduto a ciò che io vedessi con gli occhi miei, sarei finito a credere in ciò che non vede nessuno, ma che comunque c’è.”

Il commissario Emiliano De Luca ora ha fede, ha qualcuno di cui fidarsi, sa che può credere solo in Dio; perché chi sta affrontando è fuori ogni razionalità ed al di sopra di ogni criminale. Emiliano non sa chi sia questo tizio, per quale motivo abbia attaccato quel ragazzo che stava picchiando la sua ragazza, e poi chi ha ucciso Alvaro Raimondi; se non fosse stato il Divoratore, se fosse stato suicidio per davvero? Cosa sta succedendo a Roma che sembra presa d’assedio? Se il commissario avesse ragione che forse c’è una legione di mostri che si aggira per Roma e che essi vogliano portare a termine un compito a lui sconosciuto? La famiglia del commissario è veramente al sicuro? Padre Francesco avrà veramente il coraggio di scendere sul campo di battaglia ed aiutare il commissario a scoprire, combattere e magari sconfiggere questo Divoratore? Se non fosse un caso isolato e se il Divoratore avesse degli alleati? Il commissario troverà veramente qualcuno alla sua altezza che possa aiutarlo, magari con più coraggio di lui, più giovane di lui e che magari sappia informazioni preziose se nella storia sia già esistito qualcuno del genere? Questo Divoratore è così invulnerabile? Ciò è vero che questo essere sfugga sempre ad ogni tentativo di cattura? Cosa sa fare veramente questo Divoratore? Perché questo mostro si crede al di sopra di ogni legge? Cosa glielo fa credere? Come può essere così sicuro di essere sempre al riparo questo Divoratore? Perché se ciò è vero questo mostro va in giro con la sola bocca scoperta? Può essere antropofago oppure ha ragione il commissario che non è possibile? Perché non è possibile? Perché quel tizio che attaccò quel ragazzo di nome Mirko usò la posizione di un cane? Perché quel tizio risparmiò la ragazza se aveva attaccato per fame? Forse non è antropofago?

Ora noi sappiamo solo che una setta satanica di Roma adopera il marchio del Divoratore; ovvero “D.10” scritto in nero su campo rosso. Il Divoratore di Anime si farà rivedere in quella setta oppure era passato solo per punire Alvaro Raimondi? I confratelli della setta manterranno il segreto, sicuramente, perché essi sono rimasti troppo affascinati dal loro nuovo maestro. Ma se qualcuno tradisse e dicesse di averlo visto? Cosa succederebbe? O forse cosa gli succederebbe?

Se noi vogliamo scoprire cosa succederà dobbiamo andare avanti con la storia; ma innanzitutto dobbiamo scoprire cosa è il regno dei Sin Alma; chi ne fa parte, dove si trova? Quali obiettivi vuole raggiungere?

Il regno dei Sin Alma è…un’altra storia che sta per…prendere forma…

(Visited 17 times, 1 visits today)