IL DIVORATORE DI ANIME – CAPITOLO 87

Capitolo 87

Roma, 1 ottobre 1887

Caro diario, la cena dai signori Carboni è stata un vero disastro. Mi sono annoiata, la cena era pessima; e poi Filippo ha tentato di baciarmi, approfittando che rimanessimo da soli. Ho dovuto dargli uno schiaffo contro la mia volontà, e contro i miei buon costumi, era l’unico modo per farglielo comprendere per tutte le volte. In ogni caso ho deciso di non andare più dai signori Carboni, anche se Augusto e sua moglie non sapranno mai il vero motivo, perché non voglio vedere quel maleducato del loro figlio. Cosa vuoi che ti dica, caro diario, gli uomini non possono resistermi, ma io non sono una ragazza facile, e poi non sono nemmeno più tanto ragazza; sono una donna con le sue idee ben solide. Un uomo per conquistarmi non dovrebbe essere solo gentile, ma penso che il mio ideale sia un uomo ricco sicuramente, ovviamente non posso scendere di ceto. Non pretendo un aspetto meraviglioso del mio uomo, ma deve essere di compagnia, quello mi interessa, quando non lo vedo mi deve mancare; se io provo questo sentimento, allora si può fare; perché per me un uomo deve esistere anche quando non lo vedo. La prossima settimana dovrei avere un altro invito a cena; ti farò sapere, mio caro diario. Per ora ti saluto!”

(Visited 16 times, 1 visits today)