• Dom. Gen 17th, 2021

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

DONKEY KONG E I SETTE FIGLI DI BOWSER – CAPITOLO 12

DiPietro Sciandra

Nov 29, 2016

donkey_e_diddy_dkcr

Capitolo 12

Donkey Kong, Diddy Kong, Dixie Kong e Kiddy Kong decidono di ritornare alla giungla tutti insieme.

Donkey Kong e Diddy Kong ritornano alla giungla a bordo dell’hovercraft; e Dixie Kong e Kiddy Kong ritornano alla giungla a bordo della barca a motore. Tutti e quattro insieme vanno a trovare Cranky Kong e Wrinkly Kong. Wrinkly Kong e Cranky Kong sono molto contenti di rivedersi tutti insieme. Donkey Kong dice a Cranky Kong:

Che bello stare di nuovo tutti insieme come una famiglia! Io e loro tre abbiamo passato tante avventure; ma non solo noi quattro abbiamo sconfitto i nostri invasori, ma noi abbiamo ottenuto anche tre di sette bacchette magiche dei figli di Bowser!”

Cranky Kong dice a Donkey Kong:

Fantastico! Bravi tutti e 4! Io sapevo di poter contare su di voi!”

Diddy Kong dice a Dixie Kong:

Grazie per averci salvato! E pensare che mi davi fastidio quando tu scoppiavi i palloncini masticando la gomma da masticare!”

Dixie Kong dice a Diddy Kong:

Per salvare qualcuno a cui si tiene veramente ci si inventa di tutto! Io ti voglio bene mio caro Diddy!”

Diddy Kong dice a Dixie Kong:

Così tu mi fai arrossire!”

Wrinkly Kong dice a tutti i presenti:

Io sono contenta che noi stiamo tutti bene e tutti insieme! Ma per festeggiare ancora è troppo presto! I Koopas hanno ancora 4 bacchette magiche! Ma il disastro non finisce qui! I Koopas hanno invaso il parco divertimenti ed il circo! Quindi voi quattro dovrete dividervi di nuovo! Perché voi non potete andare tutti e 4 insieme, sia l’hovercraft che la barca a motore hanno due soli posti; e poi bisogna attaccare le forze Koopa contemporaneamente, perché così facendo voi potrete battere i Koopas, invece attaccando tutti e quattro solo da una parte, chi rimarrà dei Koopas potrà organizzarsi ed avere più tempo per crearvi delle trappole e così voi non avreste scampo!”

Cranky Kong dice a tutti:

Purtroppo Wrinkly Kong ha ragione! Bisogna attaccare contemporaneamente le forze Koopa prima che loro capiscano di essere attaccati!”

Dixie Kong dice a Donkey Kong:

Si, giusto! Le stesse squadre iniziali! Io e Kiddy Kong andremo al parco divertimenti; tu e Diddy Kong andrete al circo, vi va bene così?”

Donkey Kong dice a Dixie Kong:

Si, mi va bene; tanto per distruggere un posto vale l’altro!”

Diddy Kong dice a Donkey Kong:

Bravo! Questo è lo spirito giusto per vincere!”

Kiddy Kong piange urlando. Dixie Kong dice a Kiddy Kong:

Perché stai piangendo? Che c’è?”

Kiddy Kong continua a piangere urlando e sbattendo i pugni sul pavimento. Cranky Kong dice a Dixie Kong:

Forse io ho capito! Kiddy Kong vuole andare al circo e non al parco divertimenti!”

Dixie Kong dice a Kiddy Kong:

Tu, circo?”

Kiddy Kong:

Si, io…si io!”

Cambio di programmi, Dixie Kong e Kiddy Kong andranno al circo, invece Donkey Kong e Diddy Kong andranno al parco divertimenti.

Il giorno dopo. Donkey Kong e Diddy Kong si dirigono verso il parco divertimenti. Una bella giornata di sole, anche se lo scopo del recarsi al parco divertimenti non è proprio per divertirsi ma per cacciare i Koopas e tutti gli invasori. Appena arrivati al parco divertimenti Donkey Kong e Diddy Kong si trovano già costretti a battere, schiacciandoli vari Neek, Sneek, Klamp, Kaboing, Swoopy, Krimp, Kobble e Kopter. Oltretutto si sapeva che la visita al parco divertimenti sarebbe stata per combattere e non per giocare. Donkey Kong e Diddy Kong salgono sulle montagne russe. Diddy Kong dice a Donkey Kong:

Più o meno è come quando noi due andammo in miniera!”

Donkey Kong dice a Diddy Kong:

Grazie per avermi ricordato che io e te rischiammo di morire!”

Purtroppo Diddy Kong aveva più ragione di quanto si aspettasse. Difatti Donkey Kong e Diddy Kong sono inseguiti sulle montagne russe da un altro carrello con a bordo due Klopper. I due Klopper stanno raggiungendo il carrello su cui ci sono Donkey Kong e Diddy Kong. Donkey Kong dice a Diddy Kong:

Ehi! Noi abbiamo compagnia! Quei due si stanno avvicinando troppo a noi e la cosa non mi piace!”

Donkey Kong dice a Diddy Kong:

Quei due ci vogliono venire addosso e buttarci di sotto!”

La corsa mortale sulle montagne russe è appena cominciata. Donkey Kong e Diddy Kong sono in estremo pericolo; peggio dell’avventura in miniera, perché qui non si può cambiare carrello saltando da uno dentro un altro. I due Klopper si stanno avvicinando tantissimo a Donkey Kong e Diddy Kong. Terribile, ora si sta avvicinando il tratto dei binari con il giro della morte. Ora o mai più. Durante il tratto del giro della morte, Donkey Kong tiene per le zampe inferiori Diddy Kong, e Diddy Kong mette il suo cappello sugli occhi del Klopper seduto davanti. Il Klopper con il cappello sugli occhi si mette paura e muovendosi troppo velocemente in modo scomposto egli fa cadere di sotto il Klopper sedutogli dietro. Un Klopper di meno che si schianta al suolo cadendo dalle montagne russe. La corsa mortale sulle montagne russe non è ancora finita. Le montagne russe stanno per avere il tratto in cui si sale a spirale. Donkey Kong ha una idea. Diddy Kong resta nel carrello. Donkey Kong si arrampica sotto un binario che sale a spirale in attesa del carrello con a bordo il restante Klopper. Klopper sta arrivando a grande velocità. Donkey Kong entra di scatto lasciandosi cadere nel carrello in cui c’è a bordo Klopper. Donkey Kong afferra Klopper e lo butta di sotto. Dopo aver fatto questo, Donkey Kong e Diddy Kong in due separati carrelli finiscono la corsa mortale sulle montagne russe arrivando al punto di partenza che conclude la corsa. Conclusa la corsa mortale sulle montagne russe, Donkey Kong e Diddy Kong si dirigono verso le auto da scontro. Preso possesso entrambi di una auto da scontro cadauno, Donkey Kong e Diddy Kong fanno gli scontri con le altre auto da scontro guidate da Klasp, Kuchuka, Kobble, Kruncha, Kannon, Kaboom, Krock e Krumple. Gli scontri non si riescono a contare. Donkey Kong cerca di buttare fuori le auto da scontro dei suoi nemici. Donkey Kong è piuttosto pesante. Klasp e Kuchuca vengono buttati fuori dalla propria auto da scontro in seguito ai forti urti contro Donkey Kong. Kruncha va addosso a Diddy Kong e riesce a catturarlo. Diddy Kong viene portato via da Kruncha. Donkey Kong continua gli scontri contro le auto dei suoi nemici. I duri scontri creati dalle auto da scontro tra Donkey Kong e Kobble fanno cadere Kobble dalla sua auto. Donkey Kong va addosso a Kaboom e lo fa cadere dalla sua auto. Krock, Kannon e Krumple tentano di andare addosso a Donkey Kong tutti e tre simultaneamente. Donkey Kong fa una manovra velocissima e Kannon, Krock e Krumple si urtano violentemente finendo tutti fuori dalle rispettive auto. Dopo questo violentissimo scontro in tre, Donkey Kong scende dalla sua auto da scontro per andare a liberare Diddy Kong.

Donkey Kong insegue Kruncha che tiene in braccio Diddy Kong. Diddy Kong urla:

Aiuto! Aiuto! Donkey Kong aiutami!”

Kruncha con in braccio Diddy Kong egli entra nella casa del terrore. Kruncha sale a bordo di un carrello portando con sé Diddy Kong. Donkey Kong dice:

Io ti prenderò! Resisti Diddy Kong, io sto arrivando! Ancora carrelli, come in miniera, come sulle montagne russe! L’unica cosa è che chi insegue questa volta sono io!”

La corsa nella casa del terrore è cominciata. L’inseguimento di Donkey Kong è piuttosto insolito, perché Donkey Kong è quello che solitamente viene inseguito per essere ucciso; ma questa volta la cosa è differente perché bisogna inseguire Kruncha che ha rapito Diddy Kong. Ci sono cose non da solita casa del terrore di un parco divertimenti. Donkey Kong nota che le attrazioni hanno qualcosa di insolito rispetto alle attrazioni dei normali parchi divertimenti. Difatti, incredibile ma vero, le attrazioni hanno autonomia propria e le attrazioni non sono mosse da un manovratore ma da una magia; perché persino i fantocci sono vivi. Qui c’è lo zampino della bacchetta magica dei figli di Bowser. Quindi Wrinkly Kong aveva ragione di attaccare le forze Koopa contemporaneamente, altrimenti sapendo di essere attaccati, cosa avrebbero potuto inventare i Koopas per sconfiggere i Kongs?

L’inseguimento sui carrelli della casa del terrore continua a grande velocità. I manichini che non sono più tali ma vivi, essi attaccano per fermare la corsa di Donkey Kong. Ci sono veri pipistrelli che erano finti ma diventati vivi nella casa del terrore, ma non solo, ragnatele vere e non create artificialmente perché ci sono dei ragni giganti diventati vivi. Ci sono anche delle lucertole diventate vive che esse erano delle statue. Serpenti che erano inanimati essi sono diventati vivi. Povero Donkey Kong. C’è un drago che sputa il fuoco contro il carrello in cui c’è Donkey Kong. Il carrello non subisce danni, ma Donkey Kong è costretto ad abbassare la testa per non farsi bruciare. Kruncha scende dal carrello portando via con sé Diddy Kong. Ma purtroppo Kruncha si nasconde coprendo la bocca di Diddy Kong per non farlo urlare chissà dove. Donkey Kong scende dal suo carrello per cercare Diddy Kong e Kruncha, senza trovarli. Kruncha si è nascosto, forse usando un passaggio segreto. I guai purtroppo continuano ad aumentare nella casa del terrore.

Ecco che arrivano degli zombi. Donkey Kong rotola e travolgendoli come una valanga egli schiaccia i tre zombi. Da una vasca piena d’acqua che da finta è diventata vera per l’incantesimo della bacchetta magica di un figlio di Bowser; ecco uscire degli uomini pesci. Donkey Kong saltando sugli uomini pesci vengono tutti messi fuori combattimento dal peso consistente di Donkey Kong. Ci sono topi che corrono dappertutto. Ci sono delle teste di Medusa che svolazzano dappertutto. Donkey Kong è costretto ad abbassarsi per evitarle. Ci sono dei corvi che erano di ornamento della casa del terrore; ma i corvi hanno preso vita per via della magia della bacchetta magica. I corvi attaccano Donkey Kong. Donkey Kong colpisce a pugni i corvi poi afferrandoli e schiacciandoli al suolo. Ci sono delle armature che si muovono ed attaccano Donkey Kong. Donkey Kong con i suoi pugni riesce a distruggere le armature fantasma. Ci sono dei fantasmi diventati veri da finti che cercano di spaventare Donkey Kong. Donkey Kong viene attaccato da alcuni scheletri bianchi che gli lanciano degli ossi. Donkey Kong schiva gli ossi. Donkey Kong viene attaccato da uno scheletro rosso. Donkey Kong dà un pugno in testa allo scheletro rosso. C’è qualcosa di strano. Lo scheletro rosso si ricompone e si rialza perché indistruttibile. Donkey Kong è costretto a saltare evitando lo scheletro rosso. Ecco arrivare due aquile che erano di ornamento della casa del terrore. Le due aquile si gettano in picchiata contro Donkey Kong. Donkey Kong salta le due aquile e poi Donkey Kong afferra le due aquile e le sbatte l’una contro l’altra testa contro testa mettendole fuori combattimento. Ecco che arriva un gobbo con un coltello in mano. Il gobbo viene schiacciato da Donkey Kong. Ci sono due teschi del drago incastonati ma divergenti che erano due ornamenti della casa del terrore ma che essi cominciano a sputare fuoco nelle due direzioni. Donkey Kong è costretto a saltare le palle di fuoco. Attaccato al muro c’è uno scheletro del drago che da finto esso ha preso vita tramite la magia della bacchetta magica di un figlio di Bowser. Lo scheletro del drago comincia a sputare fuoco. Donkey Kong salta le palle di fuoco ma non senza difficoltà. Ecco arrivare l’uomo ascia che lancia la sua ascia contro Donkey Kong. Donkey Kong afferra l’ascia lanciata da l’uomo ascia e ritirandogliela l’uomo ascia viene colpito finendo a terra. Ci sono delle pantere nere che erano finte ed esse hanno preso vita in seguito alla magia della bacchetta magica. Donkey Kong salta sulle pantere nere e schiacciandole egli le mette fuori combattimento.

Difatti ecco che si avvicina a Donkey Kong una mummia. Donkey Kong incredulo a ciò che vede, Donkey Kong resta bloccato dalle bende lanciate dalla mummia. Non potendo usare le braccia, Donkey Kong facendo un vortice girando su di sé, essendo collegato per via delle bende alla mummia, Donkey Kong fa sbattere la mummia contro un muro la quale essa si frantuma. Liberato dalle bende della mummia, Donkey Kong vede il mostro di Frankenstein. Il mostro lancia delle scariche elettriche dalle sue mani. Donkey Kong viene colpito e non riesce a muoversi. Il mostro afferra per la gola Donkey Kong e quest’ultimo viene lanciato. Donkey Kong è in seria difficoltà. Donkey Kong capisce una cosa. Il punto debole del mostro è la corrente elettrica. Il mostro è più forte di Donkey Kong, ma il mostro è lentissimo a pensare. Il mostro sta per emettere corrente elettrica dalle sue mani per lanciarla contro Donkey Kong. Donkey Kong fa un salto facendo la capriola e atterrando alle spalle del mostro di Frankenstein, Donkey Kong da dietro unisce le mani del mostro. Il mostro che stava per scaricare la corrente elettrica, il mostro scarica la corrente elettrica dalle sue mani nelle sue stesse mani; distruggendosi. Ecco giungere la regina Medusa. La regina Medusa è molto più forte e più grande delle teste di Medusa. La regina Medusa può lanciare serpenti velenosi dai suoi capelli. Donkey Kong non potendo afferrare i serpenti per non essere morso egli deve schiacciarli con le sue zampe inferiori. Dopo i ripetuti attacchi della regina Medusa mandando i suoi capelli/serpenti contro Donkey Kong; ecco che sta per succedere qualcosa di terribile. La regina Medusa sta per emettere dai suoi occhi un raggio viola il quale ciò che colpisce diventa di pietra. Donkey Kong si mette davanti uno specchio nella casa del terrore. La regina Medusa prende la mira per lanciare il raggio pietrificante contro Donkey Kong per farlo diventare una statua per sempre. La regina Medusa sta per prendere la mira. La regina Medusa lancia il suo raggio pietrificante per colpire Donkey Kong. Donkey Kong si sposta di colpo ed il raggio pietrificante colpisce lo specchio invece di Donkey Kong. Il raggio pietrificante colpisce lo specchio e tornando indietro il raggio pietrificante colpisce la stessa regina Medusa che la trasforma in una testa di Medusa gigante di pietra. Ecco giungere Igor che è il compagno del mostro di Frankestein. Igor è piccolo e veloce rispetto a Donkey Kong. Igor salta addosso a Donkey Kong. Donkey Kong resta graffiato da Igor. Donkey Kong afferra Igor e lo lancia contro il muro. Igor sconfitto egli afferra una leva e tirandola si apre una bara da cui esce prendendo vita in seguito alla magia della bacchetta magica; con il meccanismo azionato dalla leva tirata da Igor ecco che viene svegliato e pronto a combattere, uscendo dalla sua bara, svegliato dal suo sonno eterno; il principe Dracula. Dracula sputa sangue velenoso. Donkey Kong si abbassa evitando gli sputi di sangue velenoso. Dracula si trasforma in un pipistrello vampiro. Donkey Kong non crede ai suoi occhi; malgrado tutto ciò che Donkey Kong stia affrontando, riuscire ancora a stupirsi non è certo facile. Donkey Kong è in seria difficoltà. Dracula con sembianze di pipistrello vampiro gigante comincia non solo ad andare addosso a Donkey Kong per morderlo e succhiargli il sangue; ma Dracula in sembianze di pipistrello vampiro comincia a sputare dalla bocca non più sangue velenoso come in sembianze da principe, ma vere palle di fuoco. Donkey Kong evita le palle di fuoco. Dracula cambia le sue sembianze da pipistrello vampiro in lupo. Donkey Kong fa fatica a credere a ciò che egli stia vedendo e soprattutto affrontando. Donkey Kong contro Dracula in sembianze non più di pipistrello vampiro ma di lupo. Dracula in forma di lupo tenta di mordere Donkey Kong. Donkey Kong vede che Dracula è troppo forte e straordinario per lui. Donkey Kong colpisce saltandoci sopra Dracula in forma di lupo varie volte. Gli attacchi di Dracula in forma di lupo sono molto feroci e veloci, ma Donkey Kong saltando facendo delle capriole li evita. Dracula che ha preso sembianze di pipistrello vampiro gigante, poi di lupo, Dracula non si arrende. Dracula si trasforma in tanti topi. Donkey Kong dice a Dracula:

Ehi tu! Ma che mi hai preso per un elefante? Io non ho paura dei topi!”

Tutti i topi si riuniscono in un unico punto ed essi ridiventano il principe Dracula. Dracula dice a Donkey Kong:

Io non ho ancora finito con te!”

Dracula scompare e poi Dracula riappare. Donkey Kong non crede ai suoi occhi. Dracula è in grado di teletrasportarsi. Donkey Kong comincia a spaventarsi. Dracula alza un braccio ed ecco che un fulmine compare che si dirige contro Donkey Kong. Donkey Kong sta rischiando di morire di nuovo con l’elettricità. Un fulmine che comincia a moltiplicarsi. I fulmini diventano due poi tre poi quattro. Dracula si teletrasporta ricomparendo tra un fulmine e l’altro. Donkey Kong ha una idea. Studiando i movimenti di Dracula, guardando i punti in cui Dracula scompare e poi i punti in cui Dracula ricompare; tra quegli spazi in cui Dracula scompare e Dracula ricompare ci sono i fulmini. Donkey Kong ha una idea geniale. Donkey Kong aspetta che Dracula scompaia, poi quando Dracula ricompare, Donkey Kong lo aspetta muovendosi velocemente con un salto e poi Donkey Kong afferra per un braccio Dracula e Donkey Kong tira a sé Dracula. Ecco che arriva un fulmine che colpisce Dracula stesso. Donkey Kong ha usato Dracula come scudo contro i fulmini e poi Donkey Kong ha fatto colpire Dracula dalle sue stesse trappole. Colpito dal fulmine, Dracula scompare diventando tanti pipistrelli.

Ecco una voce che dice:

Bravo! Non male! Io ti avevo sottovalutato!”

Ecco apparire Roy Koopa. Roy Koopa dice a Donkey Kong:

Mi sono sempre piaciuti i film dell’orrore, ma niente mi spaventa come te!”

Donkey Kong dice a Roy Koopa:

Come è possibile questo? Tu non hai nemmeno uno specchio? Prova a specchiarti e sentirai i tuoi strilli di orrore!”

Roy Koopa dice a Donkey Kong:

Io ti farò passare la voglia di scherzare! Ma soprattutto io ti farò passare la voglia di sfidare un Koopa! Combatti!”

Donkey Kong:

Io sono pronto! Vieni qui!”

Roy Koopa attacca Donkey Kong. Donkey Kong salta una volta sulla testa di Roy Koopa. Donkey Kong risalta sulla testa di Roy Koopa. Roy Koopa comincia ad arrabbiarsi. Roy Koopa dice a Donkey Kong:

Tu mi hai fatto arrabbiare! Io ti punirò severamente!”

Donkey Kong dice a Roy Koopa:

Tu non mi fai paura! Io non ti temo!”

Roy Koopa usa la sua bacchetta magica ed il raggio della bacchetta magica colpisce Donkey Kong. Donkey Kong dice:

Ma non mi è successo niente!”

Roy Koopa:

Tu sbagli! Guarda lì!”

Ecco che compare una nebbia verde accanto a Donkey Kong. La nebbia verde scompare e poi la nebbia verde diventa un altro Donkey Kong. Roy Koopa dice a Donkey Kong:

Hai visto tu? Tu pensavi che non ti fosse successo nulla! Tu non faresti mai male ad uno come te stesso! Perciò fatti distruggere da uno come te! Ha! Ha! Ha!”

Donkey Kong deve affrontare se stesso magico. I due Donkey Kong hanno la stessa forza, stesse dimensioni, stesso modo di combattere e stesso modo di pensare. Donkey Kong non ha scampo. Donkey Kong deve pensare ciò che non ha pensato mai, altrimenti se stesso magico farà la stessa cosa. Donkey Kong deve capire quanto si conosca bene. Donkey Kong pensa, quale potrebbe essere la cosa che lo farebbe litigare persino con se stesso. Donkey Kong dice a Donkey Kong magico:

Mi fanno schifo le banane! Io odio le banane!”

Donkey Kong magico dice a Donkey Kong:

Ma…ma…ma…questo…non è vero…non è vero…non è vero…non è vero…non è vero!”

Donkey Kong magico impazzisce per la bugia detta da Donkey Kong. Donkey Kong dà un pugno a se stesso magico e Donkey Kong magico svanisce diventando una nebbia verde. Non tutti sarebbero riusciti a prendere a pugni uno come se stesso. Mentendo su ciò che si ama veramente a se stessi l’immagine magica scompare. Donkey Kong salta sulla testa di Roy Koopa e Roy Koopa viene sconfitto da Donkey Kong. Donkey Kong prende possesso della bacchetta magica di Roy Koopa. Sconfitto, Roy Koopa scappa aprendo un passaggio segreto. Dallo stesso passaggio segreto in cui Roy Koopa è entrato, ecco uscire Diddy Kong. Diddy Kong dice a Donkey Kong:

Bravo! Tu hai vinto e mi hai liberato! Io e te siamo di nuovo insieme!”

Donkey Kong dice a Diddy Kong:

Si, ma tu non immagini cosa io abbia dovuto affrontare per liberarti!”

Diddy Kong dice a Donkey Kong:

Non esagerare! Nemmeno se tu avessi affrontato Dracula!”

Diddy Kong non crederebbe mai al racconto di Donkey Kong; ma noi, cari lettori ci crederemmo al racconto di Donkey Kong.

roy_koopa_pic

ROY KOOPA

(Visited 111 times, 1 visits today)